E-News, UCLG, CEMR NEWS, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
La Commissione europea rende noto il 12 settembre in un comunicato stampa di aver firmato accordi di partenariato quadro con cinque associazioni mondiali di enti locali tra le quali Platforma/Council of European Municipalities and Regions (CEMR), the United Cities e Governi Locali (UCLG) e Città Unite e Governi Locali d’Africa (UCLGA). Sostenuto da 50 milioni di euro dallo strumento NDICI-Global Europe, gli accordi sostengono il ruolo degli enti locali e delle loro associazioni nella formulazione di politiche per promuovere lo sviluppo sostenibile a livello locale, regionale e globale.

I cinque rinnovati accordi di partenariato, che saranno in vigore fino al 31 aprile 2026, riconoscono il contributo dei governi locali e regionali alla progettazione e all’attuazione delle politiche necessarie per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, in particolare per rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuro, resiliente e sostenibile.

Gli accordi formalizzano una serie di interessi e obiettivi comuni e offrono l’opportunità di:

Rafforzare la voce dei governi locali e regionali dell’UE e delle loro associazioni nella politica di sviluppo dell’UE e nelle agende globali;

rafforzare l’impegno dei governi locali e regionali dell’UE e delle loro associazioni nella cooperazione decentrata, concentrandosi sulle priorità dell’UE e sugli obiettivi di sviluppo sostenibile, in collaborazione con i colleghi dei paesi partner;

Migliorare le pratiche attuali nella cooperazione decentrata, attraverso l’efficienza e l’innovazione;

Sensibilizzare e sviluppare le capacità dei governi locali e regionali e delle loro associazioni come attori della governance e della politica di sviluppo;

Rafforzare la capacità delle associazioni degli enti locali di coordinare le voci di tutti i partner, creare sinergie e aggiungere valore come rete, garantendo una buona governance e partenariati sostenibili.

0

E-News, diritti umani ed uguaglianza, CEMR NEWS, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie


Il sito del CEMR informa che dal 4 al 9 settembre 2022 si terrà a Berlino la 25a Conferenza Internazionale Metropolis 2022, organizzata dal Ministero Federale Tedesco del Lavoro e degli Affari Sociali in stretta collaborazione con Metropolis International.

Esperti, responsabili politici, ricercatori e leader aziendali riuniranno molteplici prospettive, approfondimenti e prove su migrazione, integrazione, inclusione e diversità. Tra i relatori ci sarà il Direttore Generale dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM), António Vitorino.

I temi chiave di questa edizione di IMC includono l’impatto di varie crisi sulla migrazione e la mobilità, gli sviluppi tecnologici e il futuro del lavoro, il cambiamento climatico e le implicazioni per la migrazione e le condizioni per una migrazione equa. La conferenza si terrà di persona a Berlino e online in tutto il mondo.

Martedì 6 settembre, dalle 11:30 alle 13:00, il CCRE parteciperà a un panel su “Crisi globale – responsabilità locali”. Insieme ai rappresentanti delle città di Berlino, Varsavia, Beirut e Gazianptep discuterà di come le città rispondono a crisi multiple. Per saperne di più sulla conferenza e per iscriverti clicca qui.
0

E-News, politica europea, CEMR NEWS, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
La Commissione Europea ha lanciato il progetto “Costruire l’Europa con i Consiglieri Locali”. Il suo scopo è fornire ai consiglieri locali e alle autorità in tutta l’UE gli strumenti di cui hanno bisogno per comunicare sull’UE alle persone nella loro circoscrizione o area locale. Lo rende noto il sito del CEMR.

Il progetto sta creando una rete in tutta l’Unione europea, fornendo alle autorità locali l’accesso a materiale aggiornato sulle politiche e sulle norme dell’UE che potrebbero influenzare il loro collegio elettorale, webinar mirati su questioni chiave, materiale di comunicazione, nonché aprire la possibilità per visitare le istituzioni dell’UE.

Per entrare a far parte della rete, occorre compilare un modulo sul sito web del progetto e caricare una dichiarazione firmata. Il bando non ha scadenza e resterà aperto fino a quando il progetto andrà avanti.

Il progetto, precisa il CEMR, è una risposta diretta a una delle proposte della Conferenza sul futuro dell’Europa che chiedeva “un sistema di Consiglieri locali dell’UE, come modo per ridurre la distanza tra le istituzioni dell’UE e i cittadini europei”.

Il progetto è realizzato in stretta collaborazione con il Comitato delle Regioni dell’Unione europea e la sua “Rete europea dei consiglieri regionali e locali”
0

E-News, UCLG, CEMR NEWS, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Il sito del CEMR informa sulla convocazione dell’8° Congresso Mondiale UCLG nel 2025

Il Congresso mondiale triennale dell’UCLG, scrive il CEMR, è un “momento che riunisce i rappresentanti eletti locali e i loro partner in un evento così potente da richiedere i riflettori sulla scena globale”. Quello che una volta era iniziato come un punto di incontro, “il Congresso si è evoluto in un’esperienza completa che ora abbraccia vari temi, formati e racchiude la diversità del nostro movimento secolare. Questo Congresso dovrebbe contare su più innovazione, interazione, inclusione, culminando non solo nella nostra rinnovata visione, ma anche in documenti politici per guidare un approccio unificato e collaborativo all’implementazione di soluzioni locali”.

Il Congresso del 2025 dovrebbe rimanere un luogo di incontro tra sindaci, consiglieri e presidenti delle autorità regionali e delle loro associazioni, fornendo al contempo spazio per l’intero collegio elettorale e un numero crescente di partner, come la Global Taskforce e altre parti interessate.

La nuova realtà ha inevitabilmente generato nuove esigenze tecnologiche. In questo senso, continua il sito del CEMR, “il Congresso del 2025 dovrà includere una forte componente ibrida per consentire la partecipazione sia di persona che online, il che renderà il Congresso più accessibile a tutto il nostro collegio elettorale”.

La presidenza dell’UCLG e i membri del Consiglio mondiale dell’UCLG sono alla ricerca di proposte innovative che saranno in grado di accogliere le idee sopra indicate e ospitare questo evento di livello mondiale.

Se si ritiene che una città o associazione di governo locale possano affrontare questa sfida, il Segretariato Mondiale attende la proposta.

Le candidature devono includere i seguenti elementi in una delle tre lingue di lavoro dell’UCLG (inglese, francese o spagnolo):

Una lettera di motivazione che spieghi perché l’ente locale/regionale vorrebbe ospitare l’evento;

Un’espressione di accordo con il mandato per l’8 ° Congresso UCLG nel 2025;

Accettazione esplicita delle condizioni economiche e amministrative minime, che saranno ulteriormente definite in collaborazione con il Comitato di Gestione Finanziaria;

Una bozza di bilancio che darà un’idea della dimensione dell’evento previsto;

Un dossier logistico con informazioni sui luoghi e le strutture;

Una breve nota concettuale con idee su possibili temi.

Il bando per le candidature all’8^ Congresso Mondiale UCLG

Per ulteriori informazioni o per presentare una candidatura, si prega di scrivere all’attenzione del Segretario Generale dell’UCLG all’indirizzo UCLGExBu@uclg.org entro il 5 settembre 2022 .
0

E-News, CEMR NEWS, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Nell’ambito del progetto Bridges of Trust del CEMR è stato recentemente organizzato un Forum in collaborazione con il programma U-LEAD with Europe e l’Associazione delle città polacche.

Più di 170 rappresentanti dei governi locali si sono incontrati online al Forum di solidarietà locale Polonia-Ucraina. I partecipanti hanno discusso su come aiutare i partner ucraini, ascoltato i sindaci ucraini le cui città sono state colpite dall’aggressione russa e delineato le prospettive per la futura cooperazione.

Al termine dell’evento, i comuni ucraini sono stati incoraggiati a lasciare le proprie informazioni di contatto se stavano cercando partner in Polonia. Queste informazioni sono state condivise durante il World Urban Forum (WUF) a Katowice e sul sito web dell’Associazione delle città polacche.
0

E-News, CEMR NEWS, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie, Platforma
Il sito di PLATFORMA informa che PLATFORMA e CEMR hanno appena pubblicato il loro quinto studio annuale sulla localizzazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs).

Questo studio raccoglie le informazioni più recenti su come e in che misura associazioni e reti di governi locali e regionali sono state coinvolte nella localizzazione degli SDG, sia in Europa che con i loro colleghi globali, e in particolare durante la pandemia di COVID-19. Il sondaggio di quest’anno includeva quindi domande sull’attuazione degli SDG dal 2015 e sull’impatto della crisi COVID-19. Nelle ultime due sezioni, c’erano anche domande aggiuntive riguardanti le revisioni subnazionali volontarie (VSR) e la cooperazione decentralizzata.

La pubblicazione raccoglie 63 risposte da 28 paesi europei, 37 associazioni di governi locali e regionali e 18 comuni e regioni.

Da questo studio sono emerse sei raccomandazioni principali, rivolte alle istituzioni dell’UE, ai governi nazionali e ai governi locali e regionali e alle loro associazioni nazionali:

La Commissione europea dovrebbe riferire regolarmente su tutti i progressi compiuti nel raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) a livello dell’UE e indicare in che modo i diversi livelli di governance hanno contribuito a questo processo.

PLATFORMA e CEMR incoraggiano le associazioni dei governi locali e regionali a partecipare attivamente al processo di revisione volontaria subnazionale (VSR).

I governi locali e regionali (LRG) chiedono il fermo riconoscimento e l’inclusione da parte dei governi nazionali del ruolo degli LRG e delle loro associazioni nel monitoraggio e nella rendicontazione dei progressi nell’attuazione degli SDG a livello nazionale.

Gli stati europei e l’UE devono rafforzare il loro dialogo con i livelli subnazionali e includerli in tutte le pertinenti riunioni delle delegazioni ad alto livello.

Occorre rafforzare la cooperazione internazionale per realizzare l’Agenda 2030 a livello locale e regionale

Localizzare e territorializzare gli SDG, attraverso l’impiego di fondi e risorse adeguati.

Lo studio online

Scarica la versione PDF completa .
0

E-News, diritti umani ed uguaglianza, UCLG, CEMR NEWS, Master, In Evidenza, Notizie


Uno “strumento nuovo di zecca” è stato introdotto per raggiungere l’uguaglianza di genere nelle città e nelle regioni africane ad Africities, il più grande raduno democratico panafricano organizzato a maggio da United Cities and Local Governments of Africa a Kisumu (Kenya): la Carta delle autorità locali per il genere Uguaglianza in Africa. Lo rende noto il sito di PLATFORMA.

“È stato un momento emozionante e simbolico, scrive PLATFORMA, che ha portato avanti quattro anni di intenso lavoro, consultazioni ampie e partecipative, scambi e riflessioni tra UCLG-Africa, la sua Rete di donne elette locali in Africa (REFELA), CEMR e PLATFORMA”.

“È un onore per Africities aver ospitato la cerimonia di firma della Carta per l’uguaglianza di genere. Questo è un segno che la nostra organizzazione porta con orgoglio la bandiera della considerazione di genere “, ha dichiarato Fatimetou Abdel Malick , nuovo presidente dell’UCLG-Africa.

18 articoli

La nuova Carta, indirizzata a sindaci e leader locali in tutta l’Africa, è composta da 18 articoli che trattano temi come le donne nella leadership, l’uguaglianza professionale, la lotta alla violenza contro le donne e le ragazze e il ruolo delle donne nella pianificazione e nello sviluppo locale. Attualmente è disponibile in quattro lingue: arabo, inglese, francese e portoghese.

È stata inoltre pubblicata una guida all’attuazione per supportare i firmatari della Carta degli enti locali per l’uguaglianza di genere in Africa nel trasformare il loro impegno politico in azioni concrete per migliorare la governance, rafforzare i diritti delle donne e promuovere società più eque. Fornisce risorse metodologiche e casi di studio che mettono in evidenza le pratiche di successo nell’integrazione di genere a livello locale.

La presentazione di questa Carta, che è stata creata da e per i territori locali dell’Africa, dimostra il potenziale della cooperazione globale tra comuni e città per promuovere e raggiungere un progresso sostenibile.

La Carta per l’uguaglianza africana,sottolinea PLATFORMA, “arriva a un punto critico, in un contesto in cui donne e ragazze devono ancora affrontare discriminazioni e disuguaglianze nell’accesso all’istruzione e all’assistenza sanitaria, divari di genere nel processo decisionale, nella leadership e nell’emancipazione economica e devono affrontare alti livelli di violenza e molestie. Tutti questi problemi sono peggiorati durante la pandemia di COVID-19”.

Le autorità locali sono attori chiave per rafforzare la parità di genere e mettere in pratica l’Agenda 2063 dell’Unione Africana. Sono anche fondamentali per realizzare agende globali per la parità di genere, tra cui l’Obiettivo di sviluppo sostenibile 5 sull’emancipazione femminile e la Piattaforma d’azione di Pechino delle Nazioni Unite.

UCLG-Africa e REFELA apriranno la strada per garantire l’adozione e l’attuazione diffusa della Carta degli enti locali per l’uguaglianza di genere in Africa. Attraverso campagne di sensibilizzazione e promozione, rafforzamento delle capacità e coinvolgimento di partner e sostenitori, gli ambiziosi obiettivi delineati nella Carta possono diventare realtà.

LA CARTA EUROPEA PER L’UGUAGLIANZA SUL SITO AICCRE

IL SITO DI UCLG AFRICA

Approfondisci il lancio della Carta uguaglianza in Africa su Twitter con #GenderCharter4Africa
0

E-News, CEMR NEWS, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Il 9 giugno, dalle ore 10:00 alle 12:00, si svolgerà un evento online che tratterà su come mantenere lo slancio e sostenere i comuni ucraini che sono una spina dorsale della resistenza nazionale. L’evento sarà condotto in inglese, ucraino e slovacco con interpretazione simultanea in tre lingue.

Il Forum di solidarietà locale Slovacchia-Ucraina è stato organizzato congiuntamente dal CEMR, da PLATFORMA, dall’Associazione delle città e delle comunità della Slovacchia e U-LEAD con l’Europa.

Tra gli obiettivi di questo forum di solidarietà locale tra Slovacchia e Ucraina:

Evidenziare le sfide specifiche della governance locale in tempo di guerra da terra in Ucraina;

Presentare i migliori esempi di sostegno locale da parte della Slovacchia, le sfide che sono state affrontate e affrontate;

Incoraggiare la creazione di nuovi partenariati municipali tra Slovacchia e Ucraina.

Il programma completo del Forum può essere trovato qui: (inglese, ucraino e slovacco). Per registrarsi, compilare questo modulo online entro il 7 giugno 2022.
0

PREVIOUS POSTSPage 1 of 5NO NEW POSTS