E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie


Martedì 26 settembre 2023 il Dipartimento per le Politiche Europee organizza, in occasione della Giornata europea delle lingue, un webinar rivolto a docenti e studenti delle scuole secondarie di secondo grado.

Il webinar si svolgerà dalle 11.30 alle 12.30 e approfondirà i temi del multilinguismo in Europa e in Italia, la tutela e la promozione delle diversità linguistiche europee, la valorizzazione della lingua italiana, la tutela e la promozione delle lingue regionali e dei dialetti italiani.

Sono previsti interventi di rappresentanti del Dipartimento per le Politiche Europee, Consiglio d’Europa, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Ministero dell’Istruzione e del Merito e Dipartimento per gli Affari Regionali e le Autonomie.

Al termine dell’evento, che si terrà sulla piattaforma Educazione Digitale, verrà rilasciato ai docenti e dirigenti scolastici un attestato di partecipazione.

Iscriviti all’evento registrandoti gratuitamente sulla piattaforma di Educazione Digitale.

La Giornata europea delle lingue, istituita dal Consiglio d’Europa nel 2001, e promossa anche dalla Commissione europea, viene celebrata ogni anno il 26 settembre in tutta Europa, con l’intento di promuovere la ricchezza linguistica dell’Europa, un elemento centrale del nostro patrimonio culturale.

Sul sito dedicato alla Giornata, approfondimenti, materiali, concorsi e altre iniziative promosse dal Consiglio d’Europa. Sul sito della Commissione europea, tutti gli eventi organizzati in Italia e in Europa per la Giornata europea delle Lingue 2023.
0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
La Commissione europea rende noto in un comunicato stampa di aver lanciato il 16 marzo il nuovo programma di sviluppo delle capacità del Bauhaus europeo per la ricostruzione dell’Ucraina in collaborazione con le organizzazioni ucraine. Ciò fa seguito alla riunione tra il collegio e il governo ucraino tenutasi a Kiev il 2 febbraio, al vertice UE-Ucraina del 3 febbraio, nonché alla visita del commissario Virginijus Sinkevičius a Kiev il 16 e 17 febbraio sulla cooperazione e l’assistenza all’Ucraina nel suo sforzi di ricostruzione sostenibile e sull‘iniziativa Phoenix.

L’iniziativa di rafforzamento delle capacità mira a fornire ispirazione e aiuto pratico ai comuni coinvolti nella ricostruzione e nella ricostruzione dell’Ucraina. Il programma è organizzato da e con partner ucraini: Ro3kvit, ReThink, Covenant of Mayors East e Architects’ Council of Europe.

Ci sarà una serie di webinar da aprile per rispondere alle esigenze dei comuni ucraini (o Hromadas). Il primo webinar definirà il quadro politico del rafforzamento delle capacità e presenterà gli altri tre moduli, che affronteranno diversi aspetti della ricostruzione:

Il modulo 1 introdurrà possibili modelli di cooperazione tra diversi attori nella ricostruzione di Hromadas e modi per garantire l’inclusività del processo. In particolare, esplorerà le migliori pratiche per la valutazione e la distribuzione delle risorse, gli strumenti partecipativi e le possibilità di finanziamento.

Il modulo 2 evidenzierà le opportunità per una ricostruzione sostenibile e inclusiva in Ucraina. Presenterà modi per includere i principi della circolarità nella strategia di sviluppo del dopoguerra, esplorando soluzioni per reti distribuite intelligenti, energia autonoma o recupero chimico/fisico dei materiali.

Il modulo 3 esaminerà il problema dell’inaccessibilità degli alloggi e la condizione generale dell’offerta abitativa in Ucraina. Esplorerà diversi modelli di abitazione e i possibili ruoli dei comuni nella gestione degli alloggi, nonché il rapporto tra l’alloggio e altri settori come la sicurezza sociale o l’urbanistica.

Dopo i primi tre moduli, la Commissione e i suoi partner ucraini analizzeranno ulteriori esigenze e svilupperanno ulteriori azioni per aiutare la ricostruzione, con il sostegno dell’intera comunità del New European Bauhaus.

Il New European Bauhaus (NEB) è un progetto ambientale, economico e culturale lanciato dalla presidente von der Leyen nel suo Stato dell’Unione 2020. Il NEB pone l’accento sulla creazione di comunità e su approcci dal basso verso l’alto per attuare il Green Deal europeo promuovendo luoghi, prodotti e servizi belli, sostenibili e inclusivi.

Introduzione al potenziamento delle capacità per la ricostruzione
0