E-News, climate change, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
La Commissione europea comunica in una nota stampa di aver deciso di registrare un’iniziativa dei cittadini europei (ICE) dal titolo “Tassare le grandi ricchezze per finanziare la transizione ecologica e sociale”.

Gli organizzatori dell’iniziativa chiedono alla Commissione di istituire una tassa europea sulla grande ricchezza a vantaggio della transizione ecologica e sociale. Lo scopo dell’iniziativa è contribuire alla lotta contro il cambiamento climatico e la disuguaglianza in tutta l’UE, nonché garantire che i cittadini europei paghino la loro giusta quota per il raggiungimento di questi obiettivi.

La Commissione precisa che la decisione di registrazione è di natura giuridica e non pregiudica le conclusioni giuridiche e politiche finali della Commissione su questa iniziativa e l’eventuale azione che intende intraprendere, qualora l’iniziativa ottenga il necessario sostegno.

Poiché l’iniziativa dei cittadini europei soddisfa le condizioni formali stabilite nella normativa pertinente, la Commissione la ritiene giuridicamente ammissibile. La Commissione non ha ancora analizzato la sostanza della proposta in questa fase.

Dopo la registrazione, gli organizzatori hanno sei mesi di tempo per aprire la raccolta firme. Se un’iniziativa dei cittadini europei riceve un milione di dichiarazioni di sostegno entro un anno da almeno sette diversi Stati membri, la Commissione dovrà reagire. La Commissione potrebbe decidere se portare avanti o meno la richiesta e sarà tenuta a spiegarne le ragioni.

L’iniziativa dei cittadini europei è stata introdotta con il trattato di Lisbona come strumento di definizione dell’agenda nelle mani dei cittadini. È stata lanciata ufficialmente nell’aprile 2012. Una volta formalmente registrata, un’iniziativa dei cittadini europei consente a un milione di cittadini di almeno sette Stati membri dell’UE di invitare la Commissione europea a proporre atti giuridici nei settori in cui ha il potere di agire. Le condizioni di ricevibilità sono: (1) il ricorso proposto non esula manifestamente dall’ambito dei poteri della Commissione di presentare una proposta di atto giuridico, (2) non è manifestamente abusivo, frivolo o vessatorio e (3) è non manifestamente contraria ai valori dell’Unione. Dall’inizio dell’iniziativa dei cittadini europei, la Commissione ha ricevuto 127 richieste di avvio di un’iniziativa dei cittadini europei, 102 delle quali erano ammissibili e quindi qualificabili per la registrazione. La scorsa settimana, la Commissione ha fornito la sua risposta all’ottava iniziativa dei cittadini europei, maggiori informazioni sono disponibili qui.

Tassare grandi ricchezze per finanziare la transizione ecologica e sociale

Statistiche ICE

Forum di iniziativa dei cittadini europei

Campagna #EUTakeTheInitiative
0