E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie


Il 7 novembre è ricorso il 155° anniversario della nascita di Marie Skłodowska-Curie, la prima persona e l’unica donna ad aver ricevuto due volte il premio Nobel. La Commissione europea ha colto l’occasione per celebrare la curiosità scientifica e i risultati che l’hanno contraddistinta lanciando diverse iniziative volte a rafforzare i legami tra il mondo della scienza e dell’istruzione.

Lo rende noto il sito della Rappresentanza italiana della Commissione europea.
Attraverso le iniziative “Science is Wonderful!” e “Ricercatori nelle scuole” (recentemente lanciata), entrambe finanziate dalle “Azioni Marie Skłodowska-Curie” (MSCA) della Commissione, gli insegnanti e gli alunni di tutta Europa potranno scoprire le meraviglie e il valore della scienza interagendo con ricercatori e innovatori di spicco.

Quest’anno, “Science is Wonderful!” offrirà anche agli insegnanti un’opportunità unica di collaborare con i principali ricercatori MSCA in tutta l’UE per creare insieme nuove risorse di apprendimento. Le iscrizioni sono aperte alle scuole e ai ricercatori MSCA fino al 1° dicembre 2022.

Nel marzo 2023, “Science is Wonderful!” ospiterà una fiera scientifica a Bruxelles, invitando 100 ricercatori provenienti da tutta Europa a presentare le proprie ricerche attraverso presentazioni, esperimenti pratici, giochi e quiz e offrendo agli studenti la possibilità di apprendere e di porre domande.

Nei prossimi due anni, l’iniziativa “Ricercatori nelle scuole” consentirà a 2.400 scuole primarie e secondarie e a 225.000 studenti in molti paesi di scoprire il lavoro dei ricercatori attraverso attività pratiche e divertenti, come le visite ai laboratori, e altro ancora. Grazie alla possibilità di lavorare a stretto contatto con i ricercatori, gli studenti sperimenteranno direttamente l’importanza pratica della ricerca e avranno diverse opportunità di sperimentare le meraviglie della scienza.

Maggiori informazioni su “Science is Wonderful!” e “Ricercatori nelle scuole” .
0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
La Notte europea dei ricercatori, svoltasi il 30 settembre, è stato il più grande evento europeo di comunicazione e promozione scientifica, si è svolta in 26 paesi per mostrare la diversità della ricerca e dell’innovazione europee e il loro impatto sulla vita quotidiana dei cittadini.

L’evento, che raccoglie oltre un milione di visitatori ogni anno in Europa e oltre, avvicina gli scienziati al grande pubblico e stimola l’interesse per le carriere di ricerca, soprattutto tra i giovani. Bambini, ragazzi e famiglie hanno la possibilità di conoscere il lavoro dei ricercatori attraverso attività ludiche ed educative come spettacoli scientifici, giochi, quiz, concorsi, mostre e attività digitali.br>
Nell’ambito dell’Anno Europeo della Gioventù, la Commissione ha lanciato il nuovo “Researchers at Schools”, che promuoverà l‘interazione diretta tra ricercatori, insegnanti di istruzione primaria e secondaria e alunni nel corso del prossimo biennio. Questi scambi consentiranno loro di comprendere meglio le sfide affrontate dalle nostre società e di ampliare l’accesso alla scienza, alla tecnologia, alle arti e alla matematica (STEAM) e alle attività di ricerca. Le attività nell’ambito dell’iniziativa “Ricercatori nelle scuole” saranno attuate dai progetti della Notte europea dei ricercatori e includeranno presentazioni nelle scuole, esperimenti pratici, visite ai laboratori, giochi, discussioni e giochi di ruolo. Nei prossimi due anni, l’iniziativa raggiungerà più di 2400 scuole e coinvolgerà più di 224.000 alunni.

Queste due iniziative faro, finanziate nell’ambito delle azioni Marie Skłodowska-Curie (MSCA) dell’UE, creano occasioni uniche per mostrare in modo concreto come la ricerca europea sia vitale per il nostro futuro e il nostro benessere e il suo ruolo, in particolare nella lotta ai cambiamenti climatici, nel raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile e promuovere un ambiente e stili di vita più sani per i cittadini europei.

LA NOTTE DEI RICERCATORI IN ITALIA
0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie


Un evento pubblico a livello europeo, che mostra la diversità della scienza e il suo impatto sulla vita quotidiana dei cittadini in modi divertenti e stimolanti. L’obiettivo della Notte europea dei ricercatori è avvicinare la ricerca e i ricercatori al pubblico, promuovendo eccellenti progetti di ricerca in tutta Europa e oltre, aumentando l’interesse dei giovani per le carriere scientifiche e di ricerca e mostrando l’impatto del lavoro dei ricercatori sulle persone vita quotidiana.

Nel 2022 l’evento si terrà venerdì 30 settembre e si svolgerà in 25 paesi

Scopri quali eventi si svolgono in Italia e in Europa

Si può anche seguire la Notte Europea dei Ricercatori online su Twitter e Facebook

APPROFONDISCI
0