E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
La Commissione europea rende noto in un comunicato di aver pubblicato il 3 aprile inviti a presentare proposte nell’ambito del programma di lavoro digitale, industriale e spaziale 2023-2024 di Orizzonte Europa per la ricerca e l’innovazione nel campo dell’intelligenza artificiale (IA) e delle tecnologie quantistiche.

La Commissione investirà più di 65 milioni di € nell’IA. Di tale importo, 50 milioni di € saranno destinati a progetti volti a sviluppare nuovi metodi per combinare dati e ampliare le grandi capacità dei modelli di IA. Tali sforzi consolideranno l’applicabilità dell’IA in nuovi ambiti e sosterranno l’eccellenza dell’Europa nella ricerca in questo ambito. II restante importo di 15 milioni di € sarà investito nello sviluppo di sistemi di IA solidi e trasparenti. I progetti avranno l’obiettivo di migliorare l’affidabilità dei sistemi di IA e fornire informazioni pertinenti sui relativi processi decisionali. Gli investimenti finora menzionati contribuiranno allo sviluppo di una tecnologia di IA conforme alla normativa sull’IA e all’approccio europeo dell’IA incentrata sull’essere umano.

Per stimolare la ricerca nelle tecnologie quantistiche avanzate e leader a livello mondiale, saranno investiti 40 milioni di €, di cui 25 milioni saranno destinati alla creazione di una rete paneuropea di gravimetri quantistici (dispositivi di misurazione della gravità). La rete fornirà misurazioni della gravità ad alta precisione, importanti per diversi settori, come l’osservazione della terra e l’ingegneria civile. Altri 15 milioni di € saranno investiti in progetti transnazionali di ricerca e sviluppo nell’ambito delle tecnologie quantistiche di nuova generazione. L’obiettivo di questa collaborazione è fare in modo che l’UE resti all’avanguardia nella corsa mondiale alle tecnologie quantistiche.

Altri 7,5 milioni di € saranno inoltre destinati a progetti che sosterranno i valori europei e metteranno i cittadini al centro della trasformazione digitale, accrescendo l’influenza dell’UE nella standardizzazione mondiale delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Maggiori informazioni sui settori di attività degli inviti a presentare proposte sono disponibili qui. Il termine per la presentazione delle candidature è il 18 settembre 2024. Maggiori informazioni sulle domande di sovvenzione per questi inviti sono disponibili qui. Nuovi inviti a presentare proposte nel quadro digitale, industriale e spaziale di Orizzonte Europa saranno pubblicati nell’ambito del programma di lavoro 2025.

0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
la Commissione europea ha annunciato sul proprio portale nuovi inviti per un valore di oltre 1,25 miliardi di euro a sostegno della ricerca nell’ambito delle azioni Marie Sklodowska-Curie (MSCA), parte del programma di ricerca e innovazione dell’UE, Orizzonte Europa. Il finanziamento svilupperà eccellenti programmi di dottorato e post-dottorato e sosterrà progetti collaborativi di ricerca e innovazione.

Il finanziamento sosterrà e darà lavoro a circa 10 000 ricercatori di talento provenienti da tutto il mondo in tutte le fasi della loro carriera con progetti di ricerca che coprono tutti i campi. I ricercatori sovvenzionati potranno svolgere le proprie ricerche acquisendo allo stesso tempo nuove competenze e sviluppando la propria carriera nell’UE e oltre.

Maggiori informazioni sui bandi 2024

Scheda informativa: Azioni Marie Skłodowska-Curie 2021-2027: sviluppare i talenti, far avanzare la ricerca

Scheda informativa: Azioni Marie Skłodowska-Curie: oltre 25 anni di sostegno europeo al lavoro dei ricercatori

Programma di lavoro rivisto delle azioni Marie Skłodowska-Curie 2023-2025ù
0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
La Commissione europea rende noto in un comunicato stampa di aver adottato nei giorni scorsi una modifica al programma di lavoro 2023-24 di Orizzonte Europa, il programma di ricerca e innovazione dell’UE. L’emendamento mobilita i finanziamenti di Orizzonte Europa precedentemente non assegnati per aumentare il bilancio 2024 di quasi 1,4 miliardi di euro per un totale di 7,3 miliardi di euro.

Questo emendamento prevede un investimento di quasi 650 milioni di euro nelle missioni dell’UE volte a contribuire a risolvere alcune delle sfide che l’Europa si trova ad affrontare, ad esempio rendendo più di 100 città climaticamente neutre, una nuova struttura europea Bauhaus, nonché azioni sperimentali che aprono l’UE opportunità di ricerca e innovazione per un maggior numero di nuovi arrivati, tra le altre novità.

Orizzonte Europa

Piano strategico Orizzonte Europa

Documenti di riferimento | Portale finanziamenti e appalti dell’UE
0

E-News, climate change, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Il 21 marzo Label Mission dell’UE è stato assegnato a 23 città che fanno parte della Missione dell’UE per le città intelligenti e neutrali dal punto di vista climatico, una delle missioni dell’UE nell’ambito di Orizzonte Europa. Il Label riconosce i piani delle città per raggiungere la neutralità climatica già entro il 2030 e mira a facilitare l’accesso ai finanziamenti pubblici e privati ​​verso tale obiettivo. Le prime dieci città avevano ricevuto il Label nell’ottobre 2023.

Il Label Mission dell’UE è stato assegnato da Iliana Ivanova, commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e la gioventù, durante una cerimonia con sindaci e rappresentanti delle città in occasione delle Giornate dell’UE per la ricerca e l’innovazione , il più grande forum in Europa per discutere del futuro della scienza e dell’innovazione e co-creare soluzioni con i cittadini e le parti interessate.

Le 23 città che hanno ricevuto il marchio sono: Ioannina, Kalamata, Kozani, Salonicco (Grecia), Heidelberg (Germania), Lovanio (Belgio), Espoo, Lahti, Lappeenranta, Tampere, Turku (Finlandia), Barcellona, ​​Siviglia (Spagna), Pecs (Ungheria), Malmö (Svezia), Guimaraes, Lisbona (Portogallo), Firenze, Parma (Italia), Marsiglia, Lione (Francia), Limassol (Cipro) e Izmir (Türkiye) .

L’etichetta della missione dell’UE rappresenta una pietra miliare importante nel lavoro delle città. Riconosce lo sviluppo di successo dei Contratti delle Città Climatiche, che delineano la visione complessiva delle città per la neutralità climatica e contengono un piano d’azione e una strategia di investimento. Le città co-creano i loro contratti Climate City con le parti interessate locali, tra cui il settore privato e i cittadini.

Missione dell’UE: città climaticamente neutre e intelligenti

Missioni dell’UE in Orizzonte Europa
0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie


La revisione del piano strategico europeo per le tecnologie energetiche (SET), adottata il 20 ottobre dalla Commissione europea, contribuirà ad armonizzare gli obiettivi strategici iniziali del piano SET con il Green Deal europeoù, il piano REPowerEU e il piano industriale del Green Deal, in particolare la normativa sull’industria a zero emissioni nette.

Lo rende noto un comunicato stampa della commissione europea. La revisione garantirà un approccio coordinato al conseguimento degli obiettivi di decarbonizzazione dell’Europa, sostenendo le tecnologie strategiche a zero emissioni nette e contribuendo a un futuro energetico sostenibile e resiliente nonché alla competitività industriale.

Istituito nel 2007, il piano SET si è dimostrato fondamentale per sostenere lo sviluppo di tecnologie energetiche pulite, efficienti e competitive in termini di costi grazie al coordinamento e alla collaborazione in materia di ricerca e innovazione nel settore dell’energia pulita tra l’industria europea, il mondo accademico e i governi nazionali.

Se da un lato il piano SET aggiornato continuerà a essere cruciale per compiere progressi correlati alla quinta dimensione dell’Unione dell’energia (vale a dire ricerca, innovazione e competitività), dall’altro sarà fortemente ancorato all’interno del quadro dello Spazio europeo della ricerca (SER).

Attraverso detta revisione, la Commissione interverrà su diverse aree trasversali, tra cui la sostenibilità, lo sviluppo delle competenze, la ricerca e l’innovazione per rispondere alle esigenze della società, la digitalizzazione e l’accessibilità del mercato. Amplierà l’attuale portata tecnologica per includere tutte le tecnologie strategiche per le energie rinnovabili; svilupperà un filone di lavoro dedicato all’idrogeno; e stabilirà una collaborazione tra le piattaforme europee per la tecnologia e l’innovazione e le alleanze industriali europee, tra cui l’Alleanza europea delle batterie, l’Alleanza europea per l’idrogeno pulito e l’alleanza per l’industria solare fotovoltaica. Fornirà inoltre una tabella di marcia per i progressi che continuerà a essere monitorata mediante il sistema di informazione del piano SET (SETIS).

Il partenariato per la transizione verso l’energia pulita, un accordo multilaterale e strategico di programmi nazionali e regionali di ricerca, sviluppo e innovazione cofinanziati da Orizzonte Europa e dai governi nazionali, continuerà a sostenere l’attuazione delle attività del piano SET e sarà determinante per sostenerne l’estensione dell’ambito di applicazione.

Per ulteriori informazioni consultare il comunicato stampa della Commissione.
0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Un comunicato stampa della Commissione europea informa che durante i primi due anni, le missioni dell’UE in Orizzonte Europa hanno sostenuto il lavoro della Commissione sul Green Deal europeo, rendendo l’Europa pronta per l’era digitale e il piano europeo di lotta contro il cancro. Fin dall’inizio, le missioni dell’UE hanno dimostrato il loro potenziale per accelerare il cambiamento. Supportati principalmente dai finanziamenti di Orizzonte Europa, hanno anche collegato e sostenuto le politiche e i programmi dell’UE con l’azione locale e il coinvolgimento dei cittadini. Sono sulla buona strada per raggiungere i loro ambiziosi obiettivi entro il 2030 in aree critiche come l’adattamento ai cambiamenti climatici, migliorare la vita dei malati di cancro, ripulire gli ecosistemi marini e di acqua dolce, rendere le città climaticamente neutre e rendere i suoli sani.

Queste sono le conclusioni della comunicazione sulle missioni dell’UE nell’ambito di Orizzonte Europa. La comunicazione fornisce una valutazione approfondita dei progressi compiuti finora, come richiesto dai colegislatori dopo i primi due anni di attività. Mette in evidenza i principali risultati delle attuali cinque singole missioni, identificando anche le sfide che hanno incontrato e proponendo una serie di azioni per affrontarle. Alla luce di questa valutazione equilibrata, la comunicazione odierna propone inoltre di destinare l’11% del bilancio del secondo pilastro di Orizzonte Europa alle missioni dell’UE nell’ultima parte del programma (rispetto all’attuale 10%). Ciò corrisponde a un importo totale di oltre 3 miliardi di euro per il periodo 2024-2027. Avvia inoltre i preparativi per una nuova missione dell’UE sul nuovo Bauhaus europeo.

0

E-News, bandi comunitari, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
La Gazzetta ufficiale dell’Unione europea C 243 del 10 luglio pubblica l’avviso di Inviti a presentare proposte e attività connesse nel quadro del programma di lavoro 2024 del Consiglio europeo della ricerca (CER) nell’ambito di Orizzonte Europa – il programma quadro di ricerca e innovazione (2021-2027).

Il programma di lavoro 2024 del CER, compresi i termini e le dotazioni di bilancio, è disponibile sul portale dedicato ai finanziamenti e agli appalti (Funding & Tender opportunities) della Commissione europea, unitamente alle informazioni in materia di inviti e attività connesse, nonché alle indicazioni destinate ai proponenti sulle modalità di presentazione delle proposte: https://ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities/portal/screen/home
0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea C467 dell’8 dicembre è pubblicato l’avviso di inviti a presentare proposte e attività connesse nel quadro del programma di lavoro 2023 del Consiglio europeo dell’innovazione (CEI) nell’ambito di Orizzonte Europa – il programma quadro di ricerca e innovazione (2021-2027).

La Commissione europea invita gli interessati a presentare proposte per questi inviti. Il programma di lavoro 2023 del CEI, compresi i termini e le dotazioni di bilancio, è disponibile sul portale dedicato dell’UE ai finanziamenti e agli appalti (Funding & Tender opportunities) unitamente alle informazioni in materia di inviti e attività connesse e alle indicazioni destinate ai proponenti sulle modalità di presentazione delle proposte:https://ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities/portal/screen/home
0

PREVIOUS POSTSPage 1 of 2NO NEW POSTS