E-News, cooperazione, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie


Il sito della DG Sviluppo regionale e urbano dell’UE informa che Interact ha pubblicato l’ultimo numero di “Stories of European Cooperation”, una rivista con articoli che spiegano i vantaggi dei progetti Interreg scritti dai giovani partecipanti al programma Interreg Volunteer Youth (IVY) e pubblicati da Interact in collaborazione con l’Associazione delle Frontiere Europee Regioni (RAEBR).

Questo numero è stato ispirato dall’Anno europeo delle competenze: cinque volontari hanno scritto di progetti Interreg che contribuiscono a rafforzare le competenze dei cittadini rilevanti per le loro regioni.

Thanos Efthymiou ha scritto di “Employouth”, un progetto che aiuta le persone a sviluppare le proprie competenze per trovare lavoro nell’area transfrontaliera tra la Grecia e la Repubblica di Macedonia del Nord. Adriana Tramullas De Nys riferisce su Richès Karayib, un’azione per rivelare talenti caraibici e mettere in contatto artisti con professionisti in tutta la regione.

La volontaria Sara Battini ci informa sul progetto Interreg Croazia-Italia ‘CREW’ e le sue misure per migliorare le competenze nella gestione delle zone umide. Anche Silvia Guastella ha scelto di concentrarsi sulle competenze per l’ambiente e riferisce su ‘MPA Engage’, un progetto MED per la creazione di piani di adattamento in sette paesi. Infine, Clara Kiess racconta come il progetto Interreg Central Europe ‘Social Innovation for Refugees’ fornisca ai migranti competenze per la loro inclusione nella società.

La pubblicazione “Storie di cooperazione europea” mira a evidenziare i vantaggi di Interreg dal punto di vista dei giovani che scrivono gli articoli. Con queste storie, i volontari IVY coinvolti mostrano l’impatto dei progetti di cooperazione per migliorare le competenze dei cittadini e rendere le regioni più sostenibili, insieme. “ Queste storie esemplificano la ricerca delle nuove generazioni per una trasformazione più rapida ed equa della nostra società e per nuove forme di impegno sociale ed economico.

Leggi le storie della cooperazione europea
0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Il vicepresidente della Commissione europea Margaritis Schinas, e il ministro della Gioventù e dello sport dell’Ucraina, Vadym Guttsait, si sono incontrati a Kiev. ed anno convenuto sull’importanza di una cooperazione continua e forte sulle questioni relative ai giovani e allo sport, che è sempre più importante alla luce della guerra di aggressione non provocata e ingiustificata della Russia contro l’Ucraina e delle sue conseguenze devastanti sulla vita di milioni di giovani ucraini e sulla vita del paese settore sportivo. Hanno inoltre convenuto di lavorare ulteriormente all’agenda politica comune per la gioventù e lo sport UE-Ucraina.

I seguenti punti sono esiti concreti dell’incontro:

La Commissione ha deciso di aprire, a partire dal 2024, le azioni di sviluppo delle capacità per i giovani e lo sport nell’ambito del programma Erasmus+ ai paesi del partenariato orientale. Ciò consentirà alle organizzazioni ucraine di partecipare a progetti di cooperazione internazionale nei paesi del programma Erasmus+ nei settori della gioventù e dello sport. Le attività e le politiche pertinenti potranno richiedere il sostegno di progetti che promuovono valori comuni, il benessere delle persone e lo sviluppo di comunità più coese.

Per facilitare la cooperazione rafforzata nell’ambito di Erasmus+ tra le organizzazioni sportive dell’Ucraina e degli Stati membri dell’UE, potrebbero essere organizzati webinar annuali. La Commissione europea e il ministero della Gioventù e dello sport dell’Ucraina hanno già organizzato un webinar pilota il 7 aprile 2023.

Il corpo europeo di solidarietà offre attività di volontariato ai giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni che risiedono legalmente nell’UE e nei paesi partner, tra cui l’Ucraina.

Nel 2023, il programma prevede già progetti che offrono soccorso e assistenza a coloro le cui vite sono state sconvolte dalla guerra in Russia. La Commissione ha deciso di continuare queste opportunità di volontariato nel 2024. Nell’ambito del programma regionale EU4Youth , l’UE sostiene i giovani e il settore giovanile in Ucraina nel settore dell’occupazione e dell’imprenditorialità. Nell’aprile 2023 è stata lanciata una nuova fase di questo programma incentrata sull’impegno e l’empowerment dei giovani.

Ciò avviene nel contesto della visita del vicepresidente Schinas a Kiev, dove ha firmato un accordo per la cooperazione in materia di istruzione con il ministero dell’Istruzione e della scienza dell’Ucraina.

0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Il Dipartimento della Gioventù del Consiglio d’Europa incoraggia e sostiene le autorità locali a ideare e mettere in atto attività specifiche che contribuiscano all’attuazione di Enter! Raccomandazione sul sostegno all’accesso dei giovani dei quartieri svantaggiati ai diritti sociali, in particolare attraverso politiche, programmi o progetti che mirano a fornire o migliorare:

servizi pubblici accessibili, convenienti e favorevoli ai giovani e altre misure nei settori dell’istruzione e della formazione, dell’occupazione e dell’occupazione, della salute, degli alloggi, dell’informazione e della consulenza, dello sport, del tempo libero e della cultura.

Le misure di sostegno sono la fornitura su richiesta di assistenza e cooperazione da parte del Consiglio d’Europa, il che significa che al ricevimento della manifestazione di interesse, il Consiglio d’Europa valuterà il tipo di supporto, competenza e cooperazione che possono essere previsti con il partenariato autorità locale. Il Consiglio d’Europa, attraverso queste misure di sostegno, vorrebbe anche identificare e mostrare esempi e idee per l’attuazione pratica della Raccomandazione.

Le misure di sostegno fornite dal Consiglio d’Europa si basano sul principio della cooperazione e dell’interesse reciprocamente condiviso nel migliorare l’accesso ai diritti sociali dei giovani dei quartieri svantaggiati.

Queste misure di sostegno consistono tipicamente in:

Condividere competenze ed esperienze

Supporto istituzionale e didattico

Attività di rafforzamento delle capacità

Attività di networking e peer learning

Consulenza sullo sviluppo o sulla riforma delle politiche

Le misure proposte dovrebbero essere attuate dal 15 settembre al 30 novembre 2023 .

Invito a manifestare interesse

Termine ultimo per la presentazione delle manifestazioni di interesse: 22 giugno 2023

Applicazione online

Per ulteriori informazioni contattare eyc.programme@coe.int
0

E-News, cooperazione, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie


Il Portale europeo per la Gioventù della Commissione europea informa del webinar EFFY (Erasmus+ Future Focused Youth – Ucraina) in programma per il 28 e 29 giugno 2023. EFFYY23 mira ad aumentare la conoscenza di Erasmus+ e a incoraggiare i partecipanti a utilizzare i progetti giovanili come strumento per sviluppare progetti con una forte attenzione alla solidarietà, all’inclusione sociale dei giovani migranti, dei giovani temporaneamente trasferiti e dei rifugiati.Si tratta di un evento digitale/online rivolto al seguente pubblico:

Organizzazioni e autorità che lavorano con i giovani

Leader giovanili

Operatori giovanili

Operatori giovanili comunali

Formatori

Per registrarsi a questo evento, si possono segnala i partecipanti al link di registrazione: https://shorturl.at/ertH0 . Per ulteriori informazioni, fare riferimento al bando per i partecipanti del calendario dei corsi di formazione SALTO. Seguire gli annunci dell’evento su Facebook qui: https://fb.me/e/14CdYTZ0e La Commissione avverte che i partecipanti devono essere a proprio agio nell’usare l’inglese come lingua di lavoro e devono avere almeno 18 anni.

Questo webinar di due giorni approfondirà la comprensione e l’attuazione efficace dei progetti di partenariato di cooperazione Erasmus+ KA1, KA2 e delle azioni del Corpo europeo di solidarietà. Le sessioni forniranno conoscenze essenziali sui programmi Erasmus+ e ESC, esploreranno il ruolo dei progetti giovanili nella promozione dell’inclusione sociale e della democrazia e offriranno una piattaforma per lo scambio di idee e la pianificazione di progetti futuri.

L’obiettivo principale di EFFY23 è promuovere la collaborazione con l’ Ufficio nazionale Erasmus+ – Ucraina per potenziare gli attori giovanili ucraini ed europei con partenariati rinnovati verso la cooperazione europea. Cerchiamo di responsabilizzare i giovani e migliorare la cooperazione tra i partner europei e le organizzazioni giovanili ucraine.

Contatta il team organizzativo: webinareffy@juventude.pt
0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Oggi 9 giugno a Strasburgo, migliaia di giovani provenienti da tutta Europa di età compresa tra i 16 e i 30 anni riempiono i locali del Parlamento europeo in occasione dell’Evento europeo per i giovani (EYE2023) per discutere e condividere idee su come plasmare il futuro dell’Europa.



I giovani saranno affiancati da esperti, attivisti, creatori di contenuti, politici, e avranno l’opportunità di esprimere le loro opinioni, scambiare idee e trarre ispirazione dal centro della democrazia europea.

In occasione della quinta edizione dell’evento EYE2023, a Strasburgo si svolgeranno attività in presenza e online. In totale sono previste circa 200 attività tra dibattiti, discussioni, opportunità di networking, performance artistiche, attività sportive e laboratori interattivi.

Alcune delle attività sono organizzate in collaborazione con altre istituzioni, organizzazioni internazionali, società civile e organizzazioni giovanili.

Il programma.

Anche se il termine per la registrazione all’evento è scaduto, comunica il parlamento europeo, si ha ancora la possibilità partecipare online.

Si potrà assistere alle attività nelle camere plenarie del Parlamento e porre domande unendovi alla community online di EYE2023.

Si potrà inoltre partecipare ai workshop e ai panel sui lavori verdi, digitali e ibridi; competenze; e diritti il 9 giugno. Il programma online di tutti gli eventi del 10 giugnoù.

Si potranno seguire gli eventi in diretta su Facebook e sulla pagina del centro multimediale del Parlamento. Saranno disponibili nella maggior parte delle lingue ufficiali dell’UE e con il linguaggio dei segni internazionale.

Si potranno anche esprimere opinioni sui problemi che l’Europa sta affrontando. Andare sulla pagina web delle idee per i giovani, esplorare e reagire alle proposte, suggerire come potrebbero essere trasformate in realtà o proponete le vostre idee.

Le idee più popolari discusse durante l’EYE2023 saranno pubblicate nel rapporto Youth Ideas scritto da giovani redattori e presentato agli eurodeputati durante un’audizione a Bruxelles nell’autunno 2023.
0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Nel 2021, nell’UE, la percentuale di giovani di età compresa tra 15 e 29 anni che vivevano in famiglie sovraffollate è stata stimata in oltre un quarto al 26%. Il tasso di sovraffollamento dei giovani è stato di 9 punti percentuali superiore al tasso di sovraffollamento della popolazione totale (17%). Lo rende noto il sito di Eurostat, l’ufficio statistiche dell’Unione europea.

Tra i membri dell’UE si registrano notevoli differenze nei tassi di sovraffollamento per i giovani di età compresa tra 15 e 29 anni. Romania (60%), Bulgaria (57%), Lettonia (54%), Grecia (48%) e Polonia (47%) hanno registrato i più alti tassi di sovraffollamento per le persone di età compresa tra 15 e 29 anni, mentre i tassi più bassi registrati sono stati segnalati da Cipro e Malta (entrambi vicini al 4%), Irlanda (5%), Paesi Bassi e Belgio (entrambi vicini all’8%).

Il tasso di sovraffollamento per i giovani era più del doppio della percentuale della popolazione in Danimarca (21,6% per i giovani contro il 9,2% della popolazione di tutte le età), Paesi Bassi (7,5% contro 3,4%) e Finlandia (15,6% contro 7,4%).

Le differenze più basse tra i giovani e la popolazione in generale sono state registrate in Irlanda (1,1 punti percentuali – pp), Cipro e Malta (entrambi 1,3 pp), Belgio (2,3 pp) e Lussemburgo (2,6 pp).

Per maggiori informazioni

Articolo Eurostat sui giovani – condizioni abitative

Sezione tematica Eurostat sui giovani

Banca dati Eurostat sui giovani

Sezione tematica Eurostat su reddito, inclusione sociale e condizioni di vita

Banca dati Eurostatsu reddito, inclusione sociale e condizioni di vita
0

E-News, climate change, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie


All’insegna del motto “Le tue Alpi! Il tuo futuro! Il progetto!” I giovani di tutte le regioni alpine sono invitati a presentare le loro idee progettuali per uno sviluppo attraente, moderno e sostenibile dello spazio alpino entro il 10 settembre 2023.

Lo rende noto il sito Sviluppo regionale e urbano dell’UE.

La strategia dell’Unione europea per la regione alpina (EUSALP) e la regione Bourgogne-Franche-Comté organizzano il concorso PITCH YOUR PROJECT, per i giovani tra i 16 e i 25 anni.

Possono partecipare al concorso sia singoli individui che gruppi come classi scolastiche, gruppi di studenti o associazioni giovanili. Al termine del periodo di candidatura, una giuria di esperti valuterà tutti i progetti presentati in due categorie di età e selezionerà i cinque migliori progetti.

Quest’anno, i candidati devono presentare progetti in 4 categorie:

Cambiamenti climatici e gestione dell’acqua

Mobilità & Energia

Economia circolare e artigianato alpino

Innovazione sociale e sinergie intergenerazionali

I rappresentanti dei cinque progetti meglio classificati sono invitati a presentare le loro idee in un “pitch” a un pubblico di esperti internazionali a novembre a Strasburgo. In una votazione pubblica, il pubblico selezionerà tre progetti vincitori che riceveranno premi in denaro di 5.000, 3.000 e 2.000 euro. I vincitori riceveranno inoltre un supporto attivo nella realizzazione dei loro progetti da parte di esperti dei paesi EUSALP.

Per candidarsi seguire il link: https://eusalp-youth.eu/home-pitch-your-project/
0

E-News, politica europea, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie


Venerdì 9 e sabato 10 giugno, l’Evento europeo dei giovani 2023 (EYE 2023) presenterà più di 300 attività in persona e ibride come dibattiti, discussioni, opportunità di networking, performance artistiche, attività sportive e laboratori interattivi. Queste sono state create in collaborazione con le istituzioni dell’UE, le organizzazioni internazionali, la società civile, le organizzazioni giovanili e i partecipanti stessi. L’evento è ospitato dal Parlamento europeo a Strasburgo e parte del programma si svolgerà all’aperto nel Villaggio EYE.

Sarà possibile partecipare all’evento anche online.

La Presidente del PE Roberta Metsola aprirà l’evento venerdì alle 10.30 nell’emiciclo del Parlamento. Le attività successive all’interno del PE e nel Villaggio EYE consentiranno ai partecipanti di discutere le loro idee con responsabili politici e decisionali, esperti e attivisti.

“L’Evento europeo dei giovani di quest’anno è particolarmente importante, perché è l’ultimo prima delle elezioni europee del 2024. Il mio appello a tutti i partecipanti è di portare questa esperienza nelle vostre città, paesi e villaggi. Di farsi coinvolgere. Diffondere il messaggio dell’Europa. Di votare. E di convincere anche i vostri amici e familiari a votare. Perché in fondo il futuro dell’Europa dipenderà da voi,” ha dichiarato la Presidente Metsola.

Con le elezioni europee che si terranno dal 6 al 9 giugno 2024, i partecipanti discuteranno di priorità fondamentali come la giustizia climatica, il riscaldamento globale e la strategia dell’UE per la biodiversità. Si parlerà anche dell’Anno europeo delle competenze e della necessità di adattarsi alla transizione verde e tecnologica, degli insegnamenti tratti dalla pandemia di COVID-19 e di come affrontare le disuguaglianze sociali e l’esclusione in Europa. I partecipanti discuteranno della tutela dei valori dell’UE, del ruolo dell’Europa in un mondo in continua evoluzione segnato dall’invasione russa dell’Ucraina, della politica migratoria e della necessità di impegno e partecipazione dei giovani.

Per maggiori dettagli su programma, relatori e attività (tra cui due concerti all’aperto nelle serate di venerdì e sabato), consultare il programma.

Dopo la sessione conclusiva di sabato alle 16.30, le idee, le aspettative e le preoccupazioni dei giovani saranno riassunte e raccolte in un Rapporto sulle idee dei giovani, che sarà distribuito a tutti i deputati. Alcuni partecipanti potranno sviluppare le idee che ritengono più stimolanti e presentarle direttamente ai deputati durante un’audizione EYE prevista per l’autunno 2023.

Si tratta della quinta edizione dell’EYE, che riunisce giovani di tutta l’Unione europea e del mondo per condividere e dare forma alle loro idee sul futuro dell’Europa. Si tratta di un’opportunità unica per i giovani tra i 16 e i 30 anni per parlare tra loro, ispirarsi a vicenda e incontrare esperti, attivisti, influencer e decisori, nel cuore della democrazia europea.

0

PREVIOUS POSTSPage 3 of 12NEXT POSTS