E-News, diritti umani ed uguaglianza, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
La democrazia in Europa richiede un rapido aumento del numero di donne in politica, ha affermato il Comitato europeo delle regioni (CdR) in un dibattito con deputati, ONG ed esperti.

Leader regionali e locali dell’Unione europea, organizzazioni non governative e ricercatori hanno partecipato alla conferenza del CdR” Strategie locali e regionali per colmare il divario di genere in politica: strade intraprese e quali prospettive? ” ai decisori politici affinché introducano soluzioni concrete come quote o requisiti di parità per raggiungere l’uguaglianza di genere nella rappresentanza politica.

L’introduzione di tali strumenti dovrebbe essere vista non solo come rispetto dei diritti delle donne, ma anche come garanzia di pari opportunità di partecipazione democratica alla vita politica a tutti i livelli. La conferenza ha citato esempi positivi provenienti da Finlandia, Francia e altri paesi che hanno contribuito a colmare il divario di genere in politica, e ha evidenziato la necessità di applicare il mainstreaming di genere per una migliore elaborazione delle politiche.

La conferenza si è tenuta il 25 ottobre 2023 nell’ambito della Settimana dell’uguaglianza di genere 2023 del Parlamento europeo, che ha evidenziato come le donne siano ancora sottorappresentate nelle strutture di governance.

La situazione nei governi locali e regionali non è diversa: la percentuale di donne membri e presidenti delle assemblee regionali nell’UE è in media di un terzo (35,3%), e a livello locale, le donne sindaci o altri leader e membri dei governi locali e regionali Anche i consigli comunali nell’UE rappresentano solo un terzo degli eletti (34,5%), secondo l’ Istituto europeo per l’uguaglianza di genere , che ha pubblicato questa settimana il suo indice sull’uguaglianza di genere nell’UE . Secondo l’edizione del 2023, solo il 2% circa della popolazione dell’UE è prossima a vivere in una società basata sulla parità di genere.
0

E-News, cplre, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie


“La democrazia deliberativa è un metodo per promuovere ulteriormente la partecipazione dei cittadini, costruire la fiducia e migliorare la salute delle nostre democrazie”, ha sottolineato la presidente della commissione per la governance del Congresso dei poteri Locali e Regionali del Consiglio d’Europa, Jelena Drenjanin, rivolgendosi a circa 100 partecipanti durante il recente evento volto a favorire i processi deliberativi a livello locale in Ucraina.

La presidente ha elogiato le autorità locali ucraine per aver sostenuto le iniziative di governo aperto e per il loro impegno e la co-creazione con le organizzazioni della società civile. “Il Congresso è pronto a sostenervi coinvolgendo ulteriormente tutti gli abitanti delle vostre comunità nella vita politica, sociale e culturale locale”, ha sottolineato.

Il portavoce del Congresso per l’osservazione delle elezioni, Stewart Dickson, ha sottolineato che le pratiche deliberative si sono dimostrate efficaci nel rafforzare la costruzione della democrazia inclusiva e il processo decisionale collaborativo. “Ciò porta a una maggiore responsabilità e legittimità e, in ultima analisi, a una maggiore fiducia nelle istituzioni pubbliche locali”, ha aggiunto.

Il vicesindaco di Danzica (Polonia) Monika Chabior e il primo vicedirettore delle comunicazioni pubbliche della città di Kyiv Dmytro Ruban, hanno contribuito all’evento presentando buone pratiche di approcci innovativi complementari alle forme tradizionali di partecipazione dei cittadini.

A seguito degli scambi, le autorità locali ucraine hanno espresso forte interesse e disponibilità a introdurre modelli di democrazia deliberativa nelle loro comunità locali. Lo scambio ha permesso ai partecipanti di conoscere meglio gli ingredienti chiave che un processo deliberativo dovrebbe incorporare, vale a dire trasparenza e inclusività. Hanno anche discusso i modi per introdurre questo approccio pionieristico in tempo di guerra e le crescenti sfide che devono affrontare.

L’evento è stato organizzato nell’ambito del progetto “Rafforzare la governance multilivello, la democrazia e i diritti umani a livello locale in Ucraina” attuato dal Congresso dei poteri locali e regionali nell’ambito del Piano d’azione del Consiglio d’Europa per l’Ucraina “Resilienza, ripresa e ricostruzione” per il 2023-2026 . Il progetto mira a rafforzare il dialogo, il partenariato e la consultazione tra i diversi livelli di governo; rafforzare la governance collaborativa e la partecipazione dei cittadini in linea con i principi della democrazia locale e del governo aperto; e promuovere e garantire il diritto all’uguaglianza e alla non discriminazione a livello locale, per il recupero e la ricostruzione dell’Ucraina.

Relazione del Congresso “Oltre le elezioni: l’uso di metodi deliberativi nei comuni e nelle regioni europee” ENG / UKR

Opuscolo sulla democrazia deliberativa ENG / UKR
0