E-News, diritti umani ed uguaglianza, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Il presidente del Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa, Leendert Verbeek, ha rilasciato la seguente dichiarazione in merito alla pena detentiva e all’interdizione politica inflitte al sindaco di Istanbul, Ekrem İmamoğlu, da un tribunale turco il 14 dicembre:

“Sono estremamente preoccupato per questa decisione, che mira a rimuovere il sindaco della municipalità metropolitana di Istanbul dall’incarico politico. Questa decisione non solo viola i diritti dello stesso Ekrem İmamoğlu, ma ancora una volta ignora il suffragio espresso dagli elettori di 0’0. È un attacco diretto alla democrazia locale.

“La libertà di espressione, un diritto fondamentale in ogni democrazia, non è mai più importante che durante i periodi elettorali. Questa decisione è quindi molto preoccupante in termini di stato della democrazia in Turchia”.
0

E-News, cplre, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
“Il Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa e la Conferenza delle Assemblee Legislative Regionali d’Europa (CALRE) condividono una relazione e una cooperazione di lunga data con molte aree di interesse comune”, ha affermato il Presidente della Camera delle Regioni del Congresso Harald Sonderegger all’Assemblea Plenaria della CALRE, tenutesi recentemente a Namur (Belgio).

Intervenendo in occasione del 25° anniversario della CALRE, ha sottolineato le attuali priorità condivise da entrambe le organizzazioni, come il miglioramento della qualità della democrazia regionale, il coinvolgimento dei cittadini nella governance regionale, la riduzione delle disuguaglianze, la lotta alla discriminazione, nonché la promozione dell’inclusione dei gruppi vulnerabili, la promozione della parità di genere uguaglianza e riduzione del divario urbano/rurale.

Sottolineando che le attuali molteplici crisi affrontate dalle regioni richiedono risposte urgenti, Harald Sonderegger ha sottolineato che le assemblee legislative regionali erano ben posizionate per guidare nella definizione di tali misure di risposta regionale. A questo proposito, ha fatto riferimento ai lavori del Congresso sui cambiamenti climatici e ha evidenziato, in particolare, il recente rapporto su una “lettura verde” della Carta europea delle autonomie locali, adottato nell’ottobre 2022, volto a riconoscere le comunità locali e regionali responsabilità nella tutela dell’ambiente.

Harald Sonderegger ha anche ricordato l’impegno dei parlamenti e dei governi regionali per allineare i propri obiettivi alla necessità di affrontare il cambiamento climatico, accelerare la transizione ecologica e costruire comunità regionali sostenibili e più resilienti a beneficio dei cittadini. “Il Congresso è convinto che l’attuazione dell’Agenda 2030 e il raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile a livello locale e regionale richiedano la piena applicazione del principio di sussidiarietà, anche per quanto riguarda l’SDG 13 sull’azione per il clima “, ha concluso.
0

E-News, cplre, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie


Nell’ambito della sua iniziativa “Rejuvenating Politics”, il Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa invita a candidarsi i giovani degli Stati membri del Consiglio d’Europa, di età compresa tra i 18 e i 30 anni.

Un giovane di ciascuno dei 46 Stati membri del Consiglio d’Europa sarà invitato dal Congresso a:
partecipare attivamente, come delegato dei giovani, alle sue 44° (21-23 marzo 2023) e 45° (24-26 ottobre 2023) sessioni congressuali.

sviluppare il proprio progetto di base in patria (sotto l’egida del Congresso).

I giovani delegati selezionati devono impegnarsi a partecipare a tutte e due le sessioni del 2023.

Il termine per la presentazione delle domande per i giovani dei paesi interessati è il 6 gennaio 2023 .

Documento informativo
modulo di domanda

Tutti i candidati saranno informati dei risultati della procedura di selezione entro il 10 febbraio 2023 al più tardi.

Contatto: Dolores Ríos Turón, responsabile del servizio al tavolo, Congresso dei poteri locali e regionali congress.youth@coe.int

Maggiori informazioni sulla partecipazione dei delegati giovanili al Congresso.

L’iniziativa “Rejuvenating Politics” del Congresso, fondata nel 2014, mira a promuovere la partecipazione dei giovani alla vita pubblica e al processo decisionale a livello locale e regionale.
0

E-News, cplre, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
“Noi al Congresso siamo convinti che sia essenziale costruire resilienza e inclusività in modo sostenibile. Per raggiungere questo obiettivo, gli enti locali devono essere dotati delle competenze pertinenti, di risorse finanziarie adeguate per svolgere i loro compiti e della necessaria autonomia decisionale”, ha affermato il Vicepresidente del Congresso dei Poteri Locali e Regionali del Consiglio d’Europa Xavier Cadoret, alla 13a sessione plenaria dell’Assemblea regionale e locale euromediterranea (ARLEM), svoltasi nei giorni scorsi a Izmir, in Turchia.

“Solo rafforzando l’autonomia locale attraverso il decentramento del potere e l’equa distribuzione delle risorse tra i diversi livelli di governance possiamo aumentare la resilienza e l’inclusività a livello locale”, ha sottolineato Cadoret.

Affrontando il tema dell’azione per il clima nella regione, il Vicepresidente ha evidenziato il rapporto del Congresso su “Un diritto fondamentale all’ambiente: una questione per gli enti locali e regionali”, adottato nella sua 43a sessione in ottobre, e la proposta di revisione del Congresso della Carta Urbana II .

La vicepresidente del Congresso ha sottolineato che “le sfide affrontate oggi dagli Stati membri del Consiglio d’Europa sono interconnesse con le sfide del Mediterraneo meridionale e la loro complessità richiede un approccio globale”. Il Congresso si impegna a rendere le comunità più resilienti e sostenibile su entrambe le sponde del Mediterraneo, come dimostrano gli scambi tra pari e la condivisione di esperienze tra le autorità territoriali europee e le loro controparti del Marocco e della Tunisia che hanno lo status di Partner per la Democrazia Locale con il Congresso.

0

E-News, diritti umani ed uguaglianza, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie


Il Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa sta svolgfendo la sua 43a sessione (25 – 27 ottobre 2022) a Strasburgo.

Il presidente dell’Ucraina, Volodymir Zelensky, il ministro per lo sviluppo delle comunità e dei territori, Oleksiy Chernyshov, e il sindaco di Kiev, Vitali Klitschko, sono stati invitati a parlare il 25 ottobre ai membri del Congresso in un dibattito sulla guerra della Federazione russa all’Ucraina.

Il dibattito ha fatto seguito alle dichiarazioni del Congresso in cui deplorava la perdita di vite umane e la distruzione causate dall’aggressione russa e invitava la Federazione Russa a fermare immediatamente e incondizionatamente la sua guerra in Ucraina.

“Dall’inizio della guerra, migliaia di civili sono stati uccisi e quasi 8 milioni di rifugiati si sono trovati in Europa”, ha affermato il sindaco di Kiev. “Questa guerra non segue alcuna regola del diritto internazionale. I missili russi stanno colpendo le nostre città senza alcun obiettivo militare e prendono di mira le nostre centrali elettriche e le infrastrutture essenziali”, ha spiegato. Ha anche ricordato che più di 50 rappresentanti del governo locale sono stati rapiti dall’inizio della guerra, invitando il Congresso a continuare a sostenere i governi locali ucraini. In qualità di presidente dell’Associazione delle città ucraine, ha parlato della futura ricostruzione, affermando che l’Ucraina è pronta a collaborare con il Consiglio d’Europa e il Congresso nel quadro di un “Piano Marshall”.

“La nostra amministrazione continua a funzionare nonostante i bombardamenti e l’imposizione della legge marziale”, ha affermato il ministro Chernyshov, delineando le esigenze dell’Ucraina per l’emergenza e il piano di ripresa a medio e lungo termine. “Abbiamo gli occhi puntati su questa prospettiva, tenendo presente le riforme necessarie nel quadro di uno Stato di diritto, anche se per il momento l’importante è sopravvivere”, ha aggiunto.

Durante il dibattito, i membri del Congresso hanno ribadito il loro sostegno all’Ucraina e la loro solidarietà con il suo popolo. Hanno sottolineato i mezzi a disposizione degli enti locali e regionali degli Stati membri per intraprendere azioni concrete, come la creazione di partenariati con città e regioni in Ucraina. Questo è l’obiettivo di Cities4cities! piattaforma lanciata, con il sostegno del Congresso, per aiutare le città ucraine. “Come europei, condividiamo gli stessi valori e dobbiamo dimostrare la nostra solidarietà con l’Ucraina, sia politicamente che materialmente”, hanno concluso i membri del Congresso.

All’ordine del giorno anche le relazioni sull’applicazione della Carta Europea delle Autonomie Locali in Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca e Svezia. I membri del Congresso esamineranno i rapporti sull’osservazione delle ultime elezioni suppletive locali a Belgrado e in diversi altri comuni della Serbia, nonché in Albania, e un rapporto sull’osservazione delle elezioni locali nei Paesi Bassi. Inoltre, sarà presentata per l’adozione una bozza di risoluzione di approvazione del Codice riveduto di buone pratiche sui referendum, adottato dalla Commissione di Venezia e dal Consiglio per le elezioni democratiche.

Verrà discussa una relazione su “Un diritto fondamentale all’ambiente: una questione per gli enti locali e regionali” al fine di incoraggiare una lettura ambientale della Carta europea delle autonomie locali e adattare la governance locale alle sfide ambientali. Il rapporto propone la redazione di un Protocollo aggiuntivo alla Carta. In questa occasione, il terzo volume del Manuale sui diritti umani per i rappresentanti eletti locali e regionali per l’ambiente e lo sviluppo sostenibile. I membri prenderanno anche in considerazione per l’adozione rapporti sulle identità regionali, l’impatto dell’incitamento all’odio e delle notizie false sulle condizioni di lavoro dei rappresentanti eletti locali e regionali, sulle città e sulle regioni intelligenti per un approccio di governance basato sui diritti umani, nonché sulla ricezione di donne e bambini rifugiati.

I membri discuteranno anche del futuro del Consiglio d’Europa e del ruolo del Congresso in questo quadro, con il contributo della relatrice dell’Assemblea parlamentare, Fiona O’Loughlin, su “Un quarto vertice per un Consiglio d’Europa rinnovato, migliorato e rafforzato “. Tra gli altri temi della sessione, i dibattiti sulla revisione della Carta urbana europea II – Manifesto per una nuova urbanità nel contesto delle attuali situazioni di crisi e sulle finanze regionali. Inoltre, come in ogni sessione nell’ambito dell’iniziativa “Rejuvenate Politics” del Congresso, i delegati dei giovani parteciperanno ai dibattiti e presenteranno i propri progetti di base.

Tra gli ospiti invitati Peter Burke, Ministro di Stato per la Pianificazione e il Governo Locale, a nome della Presidenza irlandese del Comitato dei Ministri, Vit Rakušen, Primo Vice Primo Ministro e Ministro degli Interni della Repubblica Ceca, Paul Scully, Ministro per Londra e ministro di Stato per il governo locale e la sicurezza degli edifici, Caroline Conroy, sindaco di Dublino, Irlanda, Leyla Kayacik, rappresentante speciale del Segretario generale per la migrazione e i rifugiati, e Veronica Thörnroos, capo del governo delle Isole Åland, regione autonoma di Finlandia.

Durante la sessione, i membri del Congresso eleggeranno il loro Segretario Generale .

Uno dei due candidati per la carica è Antonella Valmorbida

L’AGENDA DEI LAVORI


I DOCUMENTI IN ITALIANO DELLA SESSIONE

IL PROGRAMMA DEGLI INCONTRI SEGUI IL Dibattito con Sindaco di Kiev
0

E-News, cplre, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Il 22 ottobre 2022, il portavoce tematico del Congresso dei Poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa sulla Settimana europea della democrazia locale (ELDW) Bryony Rudkin ha recentemente partecipato al lancio dell’ELDW a Malta, tra cui un seminario sulla creazione di luoghi e una serie di eventi e presentazioni, organizzate dalla Malta Local Councils’ Association, in collaborazione con ONG, consigli regionali, Senglea Local Council e accademici.

Le istituzioni democratiche devono essere reinventate con il coinvolgimento dei cittadini – con il coinvolgimento dei giovani in particolare – per garantire che i cittadini abbiano un accesso costante alla governance e che nessuno si senta escluso dal processo decisionale”, ha sottolineato il Portavoce del Congresso.

La portavoce del Congresso ha richiamato l’attenzione sulle sfide che devono affrontare la partecipazione democratica, come la polarizzazione della società e l’estremismo, sottolineando la necessità di “riprendere il dialogo e il dibattito civico all’interno della società per assicurarsi che l’estremo smetta di essere la corrente principale”. Ha inoltre evidenziato la necessità di una risposta dal basso alla crisi climatica, in linea con il tema ELDW di quest’anno, “Protezione dell’ambiente: le comunità locali agiscono”, sottolineando il ruolo delle città e dei cittadini come “prima linea” di fronte alla l’emergenza climatica La sig.ra Rudkin ha anche sottolineato l’importanza di garantire che le autorità locali e le regioni siano meglio dotate delle competenze e delle risorse necessarie e siano più resilienti al fine di prevenire, resistere, adattarsi e riprendersi rapidamente da molteplici crisi.

Il Portavoce ha riaffermato l’impegno del Congresso a sostenere gli enti locali e regionali nell’organizzazione di eventi ELDW e a sensibilizzare sulla democrazia locale nei propri paesi. Gli eventi di punta dell’ELDW si tengono ogni anno durante la settimana del 15 ottobre, una data scelta come tributo alla Carta europea dell’autonomia locale, aperta alla firma in questa data nel 1985.

La Settimana europea della democrazia locale (ELDW)è un’iniziativa paneuropea coordinata dal Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa dal 2007. Durante tutto l’anno, i comuni e le loro associazioni nazionali sono invitati a organizzare iniziative in tutta Europa finalizzato a promuovere la partecipazione dei cittadini, favorire il dialogo tra la comunità e le autorità pubbliche, rafforzare la fiducia nei rappresentanti eletti e nelle istituzioni e fornire una dimensione europea alle iniziative locali.
0

E-News, cplre, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
“L’Assemblea delle Regioni europee (AER) è un importante partner strategico del Congresso, con valori e principi comuni”, ha affermato recentemente il Segretario Generale del Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa, Andreas Kiefer, all’Assemblea Generale dell’AER. “Al Congresso, riconosciamo le regioni come partner chiave del progetto europeo, un ponte tra lo Stato e i cittadini all’interno delle loro comunità locali. Per noi, regioni più forti con competenze e autonomia finanziaria più forti sono una parte cruciale del sistema di governance multilivello. Questo è ciò che unisce le nostre due istituzioni”, ha aggiunto.

Kiefer ha sottolineato il ruolo cruciale delle due istituzioni di fronte alle sfide attuali come la guerra della Russia contro l’Ucraina, la pandemia di COVID-19, i cambiamenti climatici, la migrazione, i problemi economici e sociali, la polarizzazione della società e il calo della fiducia pubblica. Ha chiesto di continuare la partnership strategica tra le due istituzioni con l’obiettivo di “reinventare l’Europa e lavorare insieme su priorità comuni” – come il contributo all’attuazione dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e il raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile a livello regionale.
0

E-News, cplre, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
In apertura della 21a edizione dell’Università per la Gioventù e lo Sviluppo (UYD), organizzata dal Centro Nord-Sud del Consiglio d’Europa il 12 settembre a Mollina (Spagna), James Moloney, Vicepresidente del Congresso dei poteri locali e regionali deel Consiglio d’Europa e Relatore della Commissione Affari Attualità e del Congresso sulla gioventù rurale, ha sottolineato l’importanza di “rendere le giovani generazioni parte della governance” in linea con i valori e gli standard del Consiglio d’Europa e dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile.

Lo rende noto il sito del Congresso.

“Il lavoro giovanile ha molte forme e non si adatta a un unico stampo, ha sottolineato Moloney, presentando le attività del Congresso in questo campo. Tra questi c’è l’ iniziativa “Rejuvenating Politics”, un programma che consente ai giovani delegati dei 46 Stati membri di partecipare alle sessioni e agli incontri del Congresso. Più di recente, il Congresso ha adottato una relazione sull’animazione socioeducativa, nonché linee guida che incoraggiano gli enti locali e regionali a coinvolgere i giovani nell’attuazione degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS).

Moloney ha anche presentato la relazione sul futuro dei giovani nelle zone rurali e ha condiviso alcune delle battaglie specifiche che i giovani nelle zone rurali devono combattere, come l’accesso all’istruzione e all’occupazione, la fornitura di servizi e minori opportunità rispetto ai coetanei urbani di partecipare vita pubblica e politica. Per affrontare queste sfide, il Congresso chiede di incontrare i giovani dove si trovano, impegnarsi con loro in modo intersezionale e ascoltare il loro feedback, ad esempio impegnandosi con le organizzazioni giovanili rurali per comprendere meglio i bisogni e creando consigli consultivi per i giovani.

“Quale modo migliore per attuare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) e garantire un futuro sostenibile se non coinvolgendo le giovani generazioni che rappresentano sia il presente che il futuro”, ha concluso.
0

PREVIOUS POSTSPage 1 of 2NO NEW POSTS