E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Un comunicato stampa della Commissione europea i forma che il Centro internazionale per il perseguimento del crimine di aggressione contro l’Ucraina (ICPA) ha iniziato il 3 luglio le sue operazioni all’Aia, ospitato dall’Agenzia dell’Unione europea per la cooperazione giudiziaria penale (Eurojust).

Il Centro di nuova costituzione sarà fondamentale per indagare sul crimine di aggressione della Russia contro l’Ucraina e facilitare la costruzione di casi per processi futuri. Fornirà una struttura per sostenere e potenziare le indagini in corso e future sul crimine di aggressione e contribuirà allo scambio e all’analisi delle prove raccolte dall’inizio dell’aggressione russa.

Il Centro, istituito con il sostegno della Commissione europea, è composto da pubblici ministeri nazionali selezionati che già partecipano alla squadra investigativa comune, alla quale il Centro è collegato nelle sue operazioni. Gli esperti partecipanti potranno lavorare insieme ogni giorno, scambiare prove rapidamente e concordare una strategia comune. Eurojust fornirà supporto operativo, legale, finanziario e logistico, anche per la conservazione, l’archiviazione e l’analisi delle prove. Questo lavoro è essenziale per preparare futuri processi, sia davanti a tribunali nazionali che internazionali, compreso un eventuale tribunale per il crimine di aggressione o la Corte penale internazionale (CPI) per i crimini di sua competenza.

0