E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
La Commissione europea ha pubblicato un nuovo invito a presentare proposte nell’ambito del programma Europa creativa, dal titolo “Partenariati per il giornalismo”, che assegnerà un totale di 11 milioni di €a due azioni distinte: da un lato, il finanziamento di collaborazioni transfrontaliere nel settore dei mezzi d’informazione e, dall’altro, la creazione di programmi di sovvenzione per i media che contribuiscono direttamente alla vita democratica.

La prima azione, del valore di 6 milioni di €, sosterrà la collaborazione transfrontaliera tra le organizzazioni dei mezzi di informazione che desiderano sviluppare insieme modelli imprenditoriali innovativi e/o realizzare congiuntamente progetti giornalistici. Il finanziamento è destinato a consorzi di organizzazioni attive nel settore dei media (vale a dire organi di informazione pubblici, privati e senza scopo di lucro, associazioni dei media, ONG, ecc.) e incoraggia la trasformazione dei media, l’informazione di qualità e lo sviluppo delle competenze dei professionisti del settore.

La seconda azione, del valore di 5 milionidi €, mira a sostenere i mezzi di informazione particolarmente importanti per il dibattito democratico e la partecipazione dei cittadini. L’obiettivo è istituire programmi di finanziamento (ad esempio fondi) che distribuiranno sovvenzioni ai media locali o regionali, al giornalismo di inchiesta e ai media specializzati in informazioni di interesse pubblico. L’invito è quindi aperto alle organizzazioni (associazioni di media, ONG, società civile, centri di ricerca, università, ecc.) con esperienza nel settore dei media e che possono fungere da intermediari per sostenere le organizzazioni più bisognose.

Il termine ultimo per la presentazione delle candidature è il 14 febbraio 2024 e l’avvio dei progetti è previsto verso la fine del 2024. I candidati possono scegliere l’azione pertinente per il loro interesse o presentare domanda per entrambe. I media selezionati preserveranno piena libertà editoriale. Il 6 dicembre si terrà una sessione informativa e una panoramica del sostegno dell’UE al settore dei mezzi di informazione è disponibile qui.

Dopo il lancio del primo invito nel 2021, seguito da quelli del 2022 e del 2023, si tratta ormai del 4º invito a sostegno del partenariato per il giornalismo. La Commissione ha deciso di rafforzare il sostegno al settore dei media nell’ambito del piano d’azione per la democrazia europea e del piano d’azione per i media e l’audiovisivo. L’aumento dei finanziamenti per il settore va di pari passo con iniziative legislative quali la legge europea per la libertà dei mediaù.
0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Il Dipartimento della Gioventù del Consiglio d’Europa incoraggia e sostiene le autorità locali a ideare e mettere in atto attività specifiche che contribuiscano all’attuazione di Enter! Raccomandazione sul sostegno all’accesso dei giovani dei quartieri svantaggiati ai diritti sociali, in particolare attraverso politiche, programmi o progetti che mirano a fornire o migliorare:

servizi pubblici accessibili, convenienti e favorevoli ai giovani e altre misure nei settori dell’istruzione e della formazione, dell’occupazione e dell’occupazione, della salute, degli alloggi, dell’informazione e della consulenza, dello sport, del tempo libero e della cultura.

Le misure di sostegno sono la fornitura su richiesta di assistenza e cooperazione da parte del Consiglio d’Europa, il che significa che al ricevimento della manifestazione di interesse, il Consiglio d’Europa valuterà il tipo di supporto, competenza e cooperazione che possono essere previsti con il partenariato autorità locale. Il Consiglio d’Europa, attraverso queste misure di sostegno, vorrebbe anche identificare e mostrare esempi e idee per l’attuazione pratica della Raccomandazione.

Le misure di sostegno fornite dal Consiglio d’Europa si basano sul principio della cooperazione e dell’interesse reciprocamente condiviso nel migliorare l’accesso ai diritti sociali dei giovani dei quartieri svantaggiati.

Queste misure di sostegno consistono tipicamente in:

Condividere competenze ed esperienze

Supporto istituzionale e didattico

Attività di rafforzamento delle capacità

Attività di networking e peer learning

Consulenza sullo sviluppo o sulla riforma delle politiche

Le misure proposte dovrebbero essere attuate dal 15 settembre al 30 novembre 2023 .

Invito a manifestare interesse

Termine ultimo per la presentazione delle manifestazioni di interesse: 22 giugno 2023

Applicazione online

Per ulteriori informazioni contattare eyc.programme@coe.int
0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
La European Youth Foundation (EYF) ha deciso di continuare ed espandere il bando speciale per attività a sostegno dei giovani ucraini. L’invito include ora possibilità per progetti di cooperazione giovanile internazionale. Il 7 giugno si terrà una sessione informativa.

Le domande possono essere presentate sia per borse di attività internazionali che per borse di attività pilota.

Un’attività internazionale è un incontro internazionale di giovani o leader giovanili in Europa che contribuiscono al lavoro del settore giovanile del Consiglio d’Europa. L’incontro dovrebbe coinvolgere direttamente i giovani ucraini o i moltiplicatori internazionali che lavorano direttamente con questi giovani. Il progetto dovrebbe includere un incontro giovanile una tantum, preferibilmente con azioni di follow-up, e dovrebbe avere un impatto diretto sui giovani ucraini colpiti dalla guerra nella loro vita quotidiana, sostenendoli nell’accedere ai propri diritti e nell’affrontare le molteplici sfide affrontate.

Un’attività pilota potrebbe includere l’apprendimento e il sostegno tra pari, sessioni di formazione e workshop, informazioni e consulenza, iniziative di sensibilizzazione e rafforzamento delle capacità per i giovani, animatori giovanili e leader giovanili, incontri di giovani ucraini, analisi, ricerca e altre azioni basate sui principi e sulla pratica dell’animazione socioeducativa. Le attività pilota possono avere portata locale, regionale o nazionale e possono includere anche attività in un contesto locale transfrontaliero. Le attività possono essere implementate di persona, online e in formati ibridi.

La Fondazione europea per la gioventù, in collaborazione con il progetto del Consiglio d’Europa “Gioventù per la democrazia in Ucraina: Fase III”, organizzerà una sessione informativa sull’invito il 7 giugno 2023, dalle 9:00 alle 11:00 CET, in ucraino e in inglese.

0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Il Dipartimento della Gioventù del Consiglio d’Europa invita le organizzazioni giovanili non governative, le reti e altre strutture non governative coinvolte in aree di animazione socioeducativa rilevanti per le politiche giovanili del Consiglio d’Europa a presentare candidature per attività da svolgersi in collaborazione con il Centri giovanili europei di Strasburgo e Budapest (sessioni di studio, 1° semestre 2024).

Le sessioni di studio sono organizzate in collaborazione con organizzazioni e reti giovanili e il dipartimento della gioventù del Consiglio d’Europa e sono ospitate da uno dei centri giovanili europei.

Si tratta di eventi giovanili internazionali della durata compresa tra 4 e 8 giorni che riuniscono membri di organizzazioni o reti giovanili ed esperti per discussioni su un argomento specifico rilevante per le priorità 2022-2025 del settore Gioventù del Consiglio d’Europa.

Modulo di domanda

Ulteriori informazioni di dettaglio possono essere consultate alla pagina informativa sulle sessioni di studio
0

E-News, diritti umani ed uguaglianza, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
L’evento di lancio internazionale Turning 18 with Confidence: Supporting Migrant and Refugee Children Transitioning to Adulthood si terrà presso il Centro giovanile europeo di Strasburgo il 18 aprile 2023.Lo rende noto il sito del Consiglio d’Europa.

Il Dipartimento della Gioventù del Consiglio d’Europa organizza un seminario per giovani rifugiati e animatori giovanili intorno all’evento di lancio il 17-19 aprile. Il seminario consentirà ai partecipanti di conoscere meglio il programma Gioventù per la Democrazia, esplorare la Raccomandazione e la guida ad essa associata, formulare proposte per ulteriore advocacy e mantenere i contatti con potenziali partner in tutto il settore giovanile.

Il seminario è aperto a giovani rifugiati e animatori giovanili con esperienza diretta con giovani rifugiati (nel lavoro con i giovani, aiuto e sostegno e advocacy) provenienti da tutti gli stati membri del Consiglio d’Europa. Tutti i partecipanti devono:

Avere un’età compresa tra i 18 ei 35 anni (sono possibili eccezioni);
Essere in grado di lavorare in inglese;
Impegnarsi a sostenere e sostenere i diritti dei giovani rifugiati;
Essere a completa disposizione per tutta la durata del workshop;
Essere motivati ​​a partecipare e contribuire al programma del workshop e dell’evento di lancio.

Bando per i partecipanti

Moduli di domanda
0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
La Commissione europea ha pubblicato l’11 ottobre l’invito autunnale DiscoverEU, grazie al quale 35.000 giovani riceveranno un pass ferroviario per esplorare l’Europa e la sua ricca cultura.

Il bando è aperto ai candidati provenienti dai paesi del programma Erasmus+, dall’11 ottobre fino alle 12 del 25 ottobre alle 12.00. Per vincere un pass di viaggio, i giovani sono invitati a fare domanda sul Portale Europeo per i Giovani, a rispondere a 5 domande del quiz e a una sussidiaria. I candidati che hanno compilato con successo il quiz di selezione, nati tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2004 potranno viaggiare in Europa per un massimo di 30 giorni durante il periodo di viaggio dal 1 marzo 2023 al 29 febbraio 2024.

Con l’ Anno Europeo della Gioventù 2022 , il numero di abbonamenti è stato incrementato. In totale, quest’anno sono disponibili 70.000 abbonamenti. DiscoverEU fa ora parte di Erasmus+ , pertanto possono presentare domanda anche i partecipanti provenienti da Islanda, Liechtenstein, Macedonia del Nord, Norvegia, Serbia e Turchia.

I beneficiari continueranno a beneficiare di una carta sconti con oltre 40.000 possibilità di sconto su trasporti pubblici, cultura, alloggio, cibo, sport e altri servizi disponibili nei paesi ammissibili.

Nell’ambito dell’Anno europeo della gioventù, la Commissione ha lanciato l’iniziativa faro “I giovani scoprono la cultura grazie a DiscoverEU nel 2022”. Ecco perché il 25 maggio 2022 è stato lanciato il DiscoverEU Culture Route . Combina varie destinazioni e rami culturali, tra cui architettura, musica, belle arti, teatro, moda, design e altro ancora. I viaggiatori DiscoverEU possono visitare le Capitali Europee della Cultura, destinazioni inserite nella prestigiosa Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO o detentrici del Marchio del Patrimonio Europeo . Inoltre, possono anche sostare in luoghi con l’ Access City Award etichetta. Queste sono città che sono andate ben oltre per diventare più accessibili a tutti, indipendentemente dall’età, dalla mobilità o dalle capacità.

Le agenzie nazionali Erasmus+ supportano i giovani attraverso incontri informativi prima della partenza che li preparano al viaggio. Attraverso questi incontri, DiscoverEU mira a promuovere discussioni sulla sostenibilità, la cultura e l’identità europea, tra gli altri. Inoltre, nell’ambito dell’Anno europeo della gioventù, le agenzie organizzano i Meet-up DiscoverEU , un’iniziativa lanciata nell’estate 2022 composta da un entusiasmante programma culturale di durata compresa tra uno e tre giorni in tutti i paesi Erasmus+. 49 di questi Meet-up si sono svolti finora e proseguiranno negli anni futuri.

Poiché l’inclusione sociale è una priorità assoluta del programma Erasmus+, i partecipanti con disabilità o problemi di salute possono essere accompagnati nei loro viaggi. Oltre alle spese di viaggio, viene fornito anche un ulteriore aiuto individuale. Quest’anno, le agenzie nazionali Erasmus+ lanciano anche l’azione DiscoverEU Inclusion, che consente alle organizzazioni che lavorano con i giovani con minori opportunità di richiedere una sovvenzione.

La Commissione incoraggia i viaggi sostenibili in treno. Sono disponibili accordi speciali per i giovani delle regioni ultraperiferiche, contee e territori d’oltremare, aree remote e isole.
0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie


L’EUSALP Energy Award riconosce le migliori pratiche che contribuiscono all’attuazione della transizione energetica nell’area alpina attraverso l’introduzione di misure di energia rinnovabile e di efficienza energetica.

Lo rende noto il sito della DG Politica >Regionale della Commissione europea.

Nel 2022 il premio verte sul tema dell’attivazione e partecipazione dei cittadini alla transizione energetica nelle Alpi. La giuria ricerca le migliori pratiche nei seguenti campi di azione:

Comunicazione e sensibilizzazione verso i cittadini;

Approcci partecipativi per implementare l’efficienza energetica e le energie rinnovabili a livello locale, regionale, nazionale e transnazionale;

Modelli di finanziamento innovativi per supportare la transizione energetica e il coinvolgimento dei cittadini.

I candidati possono presentare domanda fino al 16 settembre.

Ulteriori informazioni sulla procedura di candidatura e un kit di strumenti di comunicazione a supporto della comunicazione sono disponibili sul sito web di EUSALP.

L’EUSALP Energy Award è un’iniziativa dell’EUSALP Action Group 9, avviata sotto l’egida della Presidenza italiana EUSALP 2022. Il premio è finanziato dal Fondo di Assistenza Tecnica della Commissione Europea, DG Regio.
0

PREVIOUS POSTSPage 1 of 2NO NEW POSTS