In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie

Bonaccini: “per l’Europa più democrazia e sviluppo”

“Siamo di fronte a due importanti sfide: la prima è quella di far sentire i cittadini partecipi al processo di integrazione europea. Continuo a pensare che finché non vi sarà il diritto di voto per scegliersi chi guida le istituzioni europee non riusciremo a colmare questa distanza tra cittadini ed Europa”. Lo ha detto oggi a Soria Stefano Bonaccini, Presidente dell’AICCRE e del CCRE/CEMR, in un incontro su Agenda 2030 ed UE al quale ha partecipato, tra gli altri, Roberto Bermudez de Castro, Segretario di Stato spagnolo per le amministrazioni territoriali. “La seconda sfida è legata alla politica di coesione, grazie alla quale i Paesi dell’Unione europea sono riusciti a fronteggiare la pesante crisi economica degli ultimi anni. Alla luce del fatto che in futuro le risorse saranno ridotte, ha sottolineato il Presidente, l’Alliance for cohesion, della quale fa parte il CCRE/CEMR,  metterà al centro la necessità che i fondi si concentrino in direzioni che creino opportunità e sviluppo permanenti: per esempio, l’Europa deve essere competitiva da un punto di vista digitale e sarà prioritaria secondo noi la digitalizzazione delle nostre aree più marginali. Importante inoltre è la sostenibilità: l’economia verde dovrà essere la risposta sistematica al pericolo dell’inquinamento atmosferico e di distruzione del pianeta”. A Soria  si è svolta una importante “3 giorni” del CCRE/CEMR che ha riunito  il bureau esecutivo  (17 gennaio) ed il  Comitato politico (18 e 19 gennaio).  Di particolare importanza il dibattito sul Quadro Finanziario Pluriennale (QFP): “gli enti locali sono gli attori chiave per il raggiungimento delle politiche europee e a Soria chiederemo ancora una volta il rispetto del principio di sussidiarietà”, ha detto Carla Rey, segretario generale dell’AICCRE, presente ai lavori insieme al Presidente Bonaccini ed alla delegazione italiana. “gli enti locali vogliono partecipare attivamente alla costruzione del budget UE post 2020 e vogliamo che le istituzioni europee tengano in forte considerazione il loro punto di vista”. Tra i temi che rattati in Spagna: il Futuro dell’Europa; la Piattaforma Multi-stakeholder relativa all’attuazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile nell’UE; futuro della politica di coesione dell’UE; presentazione della Conferenza di Bilbao 2018.



Author