E-News, diritti umani ed uguaglianza, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie

GIORNATA mondiale del rigugiato, CEMR E IncluCities si mobilitano



In vista della Giornata mondiale del rifugiato (20 giugno), il CEMR e IncluCities si uniranno alle iniziative, organizzando eventi e attività.

Per far luce su tre aspetti importanti dell’integrazione dei migranti e dei rifugiati, il CEMR sta organizzando tre eventi online nella settimana dal 14 al 20 giugno per sensibilizzare sul contributo di diverse città inclusive nell’UE e per, tra l’altro, offrire ispirazione e spazio aperto per scambio nell’ambito del progetto IncluCities (al quale partecipa anche l’AICCRE).

L’inizio della Settimana dei rifugiati sarà un’intervista con Rabina Khan, scrittrice e politica britannica nata in Bangladesh, e Melody Deldjou Fard, giovane rifugiata iraniana che presta servizio presso il consiglio municipale di Utrecht come membro dei GroenLinks olandesi. Parleranno delle donne rifugiate e migranti nell’arena politica. (14 giugno)

Il secondo evento sarà incentrato su una domanda: in che modo le nuove tecnologie possono aiutare a migliorare l’integrazione dei migranti? Saranno mostrati alcuni esempi da diverse città in tutta Europa: MICADO (Migrant Integration Cockpits and Dashboards), Seyran Maryam Khalili presenterà la sua strategia su come costruire politiche inclusive in Norvegia e Gabriella de Francesco di Mechelen. Saranno esplorate le TIC e la digitalizzazione per una migliore integrazione il 16 giugno.

“I migranti di seconda generazione e i politici” sarà l’evento finale (il 18 giugno). Redouan Boudiba, responsabile del coinvolgimento dei giovani presso il CEMR, parlerà con Imane Nadif, consigliere del Partito dei Verdi presso la municipalità di Amsterdam. La domanda guida sarà: in che modo i giovani, in particolare i migranti di seconda generazione si impegnano nei movimenti giovanili e nella difesa delle sfide globali, come il cambiamento climatico, la parità di diritti, il razzismo e la discriminazione?

La Settimana dei rifugiati è stata fondata nel 1998 e da allora è diventata un movimento globale in crescita. Attraverso diversi eventi e campagne intorno alla Giornata mondiale del rifugiato, la campagna consente a persone di diversa estrazione sociale di connettersi oltre le etichette e gli stereotipi. L’obiettivo è aumentare la consapevolezza e la comprensione del motivo per cui le persone sono sfollate e delle sfide che rifugiati e migranti devono affrontare nella loro vita quotidiana.

APPROFONDISCI

Author