APPUNTAMENTO CON LA STORIA

Siamo in una fase nella quale il processo di integrazione europea ha subìto un brusco arresto, se non addirittura una regressione. Dietro l’alibi o la pressione della crisi migratoria, buona parte dei Paesi dell’Europa, soprattutto dell’est, ha reso esplicita la sua opposizione al modello sovranazionale perseguito dall’Ue. A quest’ultimo è stata opposta una visione sovranista dell’integrazione, secondo la quale essa non deve giungere a mettere in discussione le rispettive sovranità nazionali. Anche in Italia, Paese fondatore dell’Unione, si agitano forze antieuropeiste che mettono in discussione la vocazione europeista del nostro Paese. In questo momento di incertezza politica, è necessario quindi che le forze europeiste riconoscano l'eccezionalità del momento e si crei un ampio schieramento di personalità politiche, organizzazioni sociali e comuni cittadini che credono nel progetto di un’Europa democratica e solidale. Per le prossime elezioni europee occorre quindi dotarsi di una visione costruttiva dell’Europa, se si vuole contrastare le pulsioni distruttive del sovranismo. L’AICCRE è storicamente un alleato politico e naturale del Parlamento europeo. Il fondatore, Umberto Serafini, fu un alfiere fondamentale ispiratore e realizzatore del contributo sempre più rilevante portato dagli enti locali e regionali alla costruzione di un’Europa unita e federale e contribuì, insieme ad Altiero Spinelli, a guidare quel “fronte democratico europeo” che si batté duramente e con successo nella lotta per l’elezione popolare diretta del Parlamento europeo che, ad oggi, è l’unica istituzione europea eletta dai cittadini. L'Unione europea è chiamata a scelte importanti per riformare il suo sistema di governance. La costruzione dell’unità europea è un’impresa coraggiosa e lungimirante. E’ stata, ed è, la condizione necessaria per garantire la pace, il progresso, la solidarietà e la prosperità del nostro continente. Nel mondo di oggi, l’Europa è la nostra unica possibilità per poter agire ed essere indipendenti, per difendere i nostri valori democratici, il nostro modello di società solidale, e per proteggere i cittadini dando a tutti la garanzia di una vita dignitosa. Le prossime elezioni per noi dell’AICCRE e dei nostri associati, enti locali e regionali, sono una grande opportunità per coinvolgere direttamente i cittadini e tentare dal basso sia di superare le carenze e le debolezze dell’Unione europea, che in questi anni si sono manifestate attraverso crisi drammatiche che di sanare la grave sfiducia dei cittadini nelle istituzioni e nella politica. L’obiettivo dell’AICCRE resta quello di sempre: costruire un'Europa forte e unita, fondata su valori comuni: democrazia, diritti umani, solidarietà, uguaglianza e rispetto dello stato di diritto. Un’Europa che abbia come pilastri i governi locali e regionali, a cominciare dall’attuazione della politica di coesione.

OCCASIONE PER RILANCIARE EUROPA DEGLI ENTI LOCALI

Il 9 aprile si è svolto un evento organizzato dal CCRE/CEMR al Municipio di Bruxelles sul Manifesto per le elezioni europee, al cospetto di membri del Parlamento europeo e candidati alle elezioni europee. Presente anche la delegazione AICCRE. La novità dell’evento sta nel fatto che per la prima volta gli enti locali europei chiamano i candidati dei partiti europei o i loro rappresentanti a discutere il programma del prossimo mandato politico. Nella foto: la delegazione AICCRE presente all'incontro

Il video del Parlamento europeo

SCEGLI IL TUO FUTURO

Il video messaggio del Parlamento europeo per le prossime elezioni europee. Il cortometraggio ``Scegli il tuo futuro`` fa parte di una campagna condotta dal Parlamento per aumentare il coinvolgimento degli elettori europei.

Il Parlamento europeo è cambiato in modo significativo nel corso degli anni, guadagnando ulteriori responsabilità e importanza. Se il suo predecessore, l'Assemblea, aveva semplicemente un ruolo di sorveglianza, oggi il Parlamento è l'unica istituzione eletta direttamente dall'UE, responsabile di rappresentare gli interessi dei cittadini. Oltre a dare forma e decidere la nuova legislazione, ha anche il compito di sorvegliare le istituzioni dell'Unione europea e promuovere i diritti umani all'interno e all'esterno dell'Europa.

IL MANIFESTO PER LE ELEZIONI EUROPEE

COINVOLGERE GLI ENTI LOCALI

AICCRE e CCRE/CEMR: un manifesto per le elezioni europee! Con il sostegno degli enti locali rilanciamo il progetto europeo!

L'APPELLO DEL CCRE

L’EUROPA HA BISOGNO DI PIU' DONNE DA CANDIDARE ALLE ELEZIONI

In nome dei leader locali e regionali dell'Europa e delle loro associazioni rappresentative, IL CCRE/CEMR ha lanciato la campagna #Power2Her per l'emancipazione politica delle donne. Pertanto, in vista delle elezioni europee di maggio, CHIEDE alle forze politiche di candidare donne e di sostenerle!

LE INIZIATIVE DELLE FEDERAZIONI REGIONALI AICCRE

Tante e variegate le iniziative delle federazioni regionali dell’AICCRE in vista della Festa dell’Europa che quest’anno è particolarmente importante in quanto si svolge a pochi giorni dalle elezioni per il prossimo Parlamento europeo.

L'APPELLO AICCRE-MFE PER IL 21 MARZO E PER LE ELEZIONI EUROPEE

UNA BANDIERA PER L'EUROPA

L'AICCRE ed il Movimento Federalista Europeo hanno sostenuto la mobilitazione a favore di un rilancio dell’unità europea espressa il 21 marzo, festa di San Benedetto, patrono d’Europa, con l’esposizione fuori dagli edifici della bandiera dell’Unione europea, quale simbolo del sentimento di comune appartenenza.

Sicilia, Regione d'Europa

Capaci, in provincia di Palermo, ha celebrato il 9 maggio la Festa dell'Europa, per iniziativa della Federazione siciliana dell'AICCRE