E-News, coesione, vcs, bandi comunitari, footers, cplre, diritti umani ed uguaglianza, cooperazione, politica europea, climate change, UCLG, CEMR NEWS, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie


La prima 𝗔𝘀𝘀𝗲𝗺𝗯𝗹𝗲𝗮 𝗴𝗲𝗻𝗲𝗿𝗮𝗹𝗲 𝗱𝗲𝗶 𝗦𝗼𝗰𝗶 𝗱𝗲𝗹𝗹’𝗔𝗜𝗖𝗖𝗥𝗘 si terrà a 𝗡𝗮𝗽𝗼𝗹𝗶 𝗶𝗹 𝟮𝟵 𝗳𝗲𝗯𝗯𝗿𝗮𝗶𝗼 𝟮𝟬𝟮𝟰 𝗮𝗹𝗹𝗲 𝗼𝗿𝗲 𝟭𝟭.𝟬𝟬

Sarà l’opportunità per partecipare, insieme ai Sindaci dei Comuni italiani, a tavoli di confronto e dibattiti sul futuro dell’Europa e lanciare i nuovi progetti dell’Associazione.

Seguirà il programma dettagliato.

𝗼𝗻 𝗺𝗮𝗻𝗰𝗮𝘁𝗲!

SCARICA IL PROGRAMMA
0

E-News, UCLG, CEMR NEWS, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Il Comitato Cultura delle Città e Governi Locali Uniti (UCLG) annuncia il lancio del bando di concorso per il prestigioso 6° Premio UCLG-Città del Messico-Cultura 21.

Questo premio biennale riconosce progetti eccezionali e buone pratiche guidate da città, governi locali e regionali e individui che promuovono in modo significativo i diritti culturali per lo sviluppo locale sostenibile.

Lo annuncia il sito dl CEMR.

Informazioni sul premio:

Il Premio UCLG-Città del Messico-Cultura 21 mette in risalto le iniziative che difendono i diritti culturali celebrando progetti innovativi. Il premio mira a ispirare e promuovere le migliori pratiche nel campo della sostenibilità culturale.

Processo di candidatura:

Il processo di candidatura per i governi locali e regionali è diviso in due fasi:

Fase 1: le città, i governi locali e regionali sono invitati a presentare moduli di domanda parzialmente compilati, concentrandosi sui campi evidenziati, entro il 16 febbraio 2024 .

Fase 2: I finalisti saranno invitati a presentare la propria candidatura completa inviando il modulo di domanda compilato entro il 3 aprile 2024.

Delibera della Giuria:

La giuria si riunirà per la sua riunione finale nel maggio 2024 per valutare le candidature. I vincitori del 6° Premio UCLG-Città del Messico-Cultura 21 saranno annunciati a maggio 2024 . La cerimonia di premiazione è prevista per luglio o settembre 2024 .

Saperne di più:

Per informazioni dettagliate sul premio e sulla procedura di candidatura, visitare https://www.agenda21culture.net/award
0

E-News, UCLG, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
In una sessione di United Cities and Local Governments (UCLG) tenutasi durante la COP 28 a Dubai presso il Padiglione Africa dell’UCLG, i governi locali e regionali hanno sottolineato l’urgente necessità di un dialogo strutturale sulla prospettiva locale e territoriale sulle perdite e sui danni causati dal clima.

L’UCLG ha avviato le prime discussioni sul suo documento di lavoro che rifletterà la posizione dell’Organizzazione mondiale sul processo di perdita e danno. Il lavoro proseguirà attraverso un processo di consultazione per culminare in una Coalizione per la Prospettiva delle Perdite e dei Danni Locali che ispirerà l’agenda di cooperazione e i contributi al Summit per il Futuro e al Summit Sociale.

L’Organizzazione Mondiale delle Città Unite e dei Governi Locali vede tutte le agende globali come una sola e universale. Il legame indissolubile tra sviluppo, uguaglianza e agenda climatica è stato al centro della sessione. Il processo relativo alle perdite e ai danni sarà una componente fondamentale dell’attuazione dell’Agenda 2030 sugli obiettivi di sviluppo sostenibile, dell’Accordo di Parigi, del Quadro di Sendai sulla riduzione del rischio di catastrofi, dell’Agenda d’azione della NUA e di Addis Abeba.

In particolare, l’SDG 11 sul rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili è di grande interesse per i paesi in via di sviluppo, con l’Africa riconosciuta come il continente a più rapida urbanizzazione del mondo, creando così nuovi noduli di cambiamento climatico. La battaglia sul cambiamento climatico sarà vinta sulla base di processi di urbanizzazione resilienti.

L’UCLG nel suo ultimo Consiglio mondiale tenutosi a Konya, nell’ottobre 2023, ha riconosciuto l’importanza di fare in modo che le perdite e i danni diventino il fulcro politico della transizione climatica dell’UCLG. Si tratta di una questione critica che l’UCLG deve affrontare e sviluppare.

In quanto problema direttamente legato alle disuguaglianze del mondo, è identificato nel Patto per il futuro dell’umanità dell’UCLG come parte del suo spirito.

Citazioni dalla sessione: 1. Ugur Altay, Presidente dell’UCLG, sindaco di Konya:
“Il Fondo per le perdite e i danni, concordato nell’ambito della COP27 lo scorso anno e approvato nella COP28, ha fornito una base per sostenere finanziariamente il Paesi vulnerabili di fronte alla crisi climatica. Noi, come UCLG, ci preoccupiamo particolarmente anche della questione delle perdite e dei danni. Affrontiamo questo tema nel nostro Patto per il futuro dell’umanità”.

2. Fatimetou Abdel Malick, Presidente del Consiglio regionale di Nouakchott:
“Il Fondo per le perdite e i danni non avrà mai un impatto sulla vita delle persone se non passa attraverso i governi locali e regionali”.

3. Axel Grael, sindaco di Niteroi, Brasile:
“Stiamo lavorando su politiche climatiche locali nella città di Niteroi, sviluppando diverse strategie di resilienza e adattamento. ma ora siamo consapevoli, e riteniamo necessario, di iniziare a sviluppare una strategia per le perdite e i danni a livello locale”.

4. Mohamed Sefiani, sindaco di Chefchaouen, inviato speciale dell’UCLG presso le Nazioni Unite per i sistemi alimentari, Marocco
“Dobbiamo finanziare non solo gli impatti diretti ma anche gli impatti indiretti, come gli effetti a cascata delle perdite e dei danni sui sistemi alimentari e sull’economia locale.”

5. Carlos Cuadrado, sindaco di Huechuraba, Cile:
“Dobbiamo rivedere il modo in cui le finanze raggiungono il livello locale. Vediamo che i fondi vanno a progetti che modellano il territorio all’insaputa dei governi locali. Dobbiamo garantire che i fondi rafforzino la governance locale”.

6. Sinead Walsh, Comitato di transizione per le perdite e i danni, rappresentante per l’Irlanda:
“La priorità numero uno dell’Irlanda presso il Comitato di transizione è stata la vulnerabilità. Per il Fondo Perdite e Danni ciò si traduce nella necessità di provare a ripartire in termini di mezzi di accessibilità. Dobbiamo trovare una soluzione per un sistema più decentralizzato di quello che abbiamo normalmente
0

E-News, UCLG, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
L’UCLG (United Cities and Local Governments) rende noto attraverso il proprio sito di aver collaborato con UITP (l’Associazione internazionale dei trasporti pubblici) e ha fornito informazioni dal punto di vista del collegio elettorale dei governi locali e regionali al suo documento politico recentemente pubblicato su “Percorsi verso uno stile di vita multimodale. Rafforzare il trasporto pubblico con la mobilità attiva e la micromobilità”.

Il documento politico sostiene il trasporto multimodale come una forte alternativa all’uso dell’auto personale, a vantaggio della società e dell’inclusione sociale, dell’economia e dell’ambiente. Inoltre, evidenzia le ragioni per cui la promozione del trasporto pubblico, degli spostamenti a piedi, della bicicletta e dei servizi condivisi amplia le opzioni e incoraggia abitudini sostenibili. Il documento sottolinea che per soddisfare le esigenze quotidiane di mobilità delle comunità, l’integrazione delle varie modalità di trasporto è fondamentale.

Vengono stabiliti collegamenti chiave tra la fornitura di servizi pubblici locali, essenziale per promuovere l’inclusione sociale e la protezione ambientale, e la governance multilivello, necessaria per governare e legiferare sul trasporto pubblico e sui suoi molteplici legami con la società.

SCARICA IL DOCUMENTO PROGRAMMATICO INTEGRALE (EN)
0

E-News, UCLG, CEMR NEWS, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (CEMR), Eurocities e il Segretariato mondiale dell’UCLG hanno annunciato una collaborazione innovativa in materia di risorse umane, introducendo il Talent Hub for Cities and Regions. Lo rende noto il sito del CEMR.

Questa partnership consolida ulteriormente le tre organizzazioni come un hub leader a livello mondiale per giovani professionisti e professionisti della diplomazia territoriale.

Il Talent Hub per Città e Regioni è un’iniziativa pionieristica nel campo delle risorse umane, focalizzata su tre obiettivi cruciali. In primo luogo, condurre iniziative per attrarre nuovi talenti e coltivare la prossima generazione di leader nel campo della diplomazia territoriale. In secondo luogo, sviluppare un pool di talenti e conoscenze attraverso corsi di formazione congiunti, scambi e tutoraggio su misura. Infine, implementare strategie per trattenere i talenti in tutte e tre le organizzazioni.

Fabrizio Rossi, Segretario Generale del CCRE, ha evidenziato l’essenza di questa collaborazione:“Purtroppo, il campo della diplomazia territoriale non è stato in grado di attrarre e trattenere i talenti che merita veramente. Questo è un peccato perché lavorare come agenti di cooperazione europea e internazionale per i governi locali e regionali e le loro organizzazioni può offrire un’immensa soddisfazione professionale e allo stesso tempo permetterci di creare un futuro migliore per i nostri territori e le nostre comunità. Il Talent Hub for Cities and Regions compie un passo fondamentale nella giusta direzione, con l’obiettivo di attrarre e coltivare i talenti essenziali necessari per affrontare le urgenti sfide che ci attendono”.
0

E-News, diritti umani ed uguaglianza, UCLG, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Emilia Saiz, segretaria generale dell’UCLG, e Filippo Mannino, sindaco di Lampedusa, hanno rilasciato una dichiarazione a 10 anni dalla tragedia di Lampedusa, pubblicata sul sito dell’UCLG (United Cities and Local Governments):

È passato un decennio da quel fatidico giorno in cui il mondo fu testimone della tragedia avvenuta al largo di Lampedusa. Ne sarebbero seguite molte altre, ma quella tragedia sconvolse la nostra coscienza collettiva e illustra ancora oggi le dolorose conseguenze dell’indifferenza globale. La perdita di così tante vite umane è stata un duro promemoria della nostra responsabilità condivisa di proteggere e sostenere i principi fondamentali della dignità umana.

Nonostante la tendenza del mondo a chiudere un occhio sulla difficile situazione di coloro che rischiano la propria vita sperando di migliorarla, Lampedusa e l’elettorato globale delle città rappresentato dalle Città Unite e Governi Locali (UCLG), sono rimasti fermi nella loro missione di prevenire la perdita di vite umane.

Di fronte all’indifferenza, abbiamo trovato forza nel nostro impegno nei confronti dei principi sanciti nella Carta dell’UCLG di Lampedusa sulla mobilità umana dignitosa e sulla solidarietà territoriale.

I Principi della Carta di Lampedusa guidano i nostri passi come faro di speranza e testimonianza della nostra incrollabile fiducia nei diritti fondamentali di tutti gli individui, indipendentemente dal luogo di nascita o dalle circostanze. Ci invitano a sostenere i principi di solidarietà, giustizia e inclusività e a respingere le forze di divisione e discriminazione.

Mentre riflettiamo sull’ultimo decennio, ci viene in mente la resilienza e il coraggio di coloro che sono in movimento, che hanno affrontato difficoltà inimmaginabili in cerca di sicurezza e di una vita migliore. Riconosciamo anche la forza delle comunità che hanno aperto le loro porte e i loro cuori ai nuovi arrivati, offrendo sostegno e solidarietà di fronte alle avversità.



Per coloro che sono morti, possiamo solo onorare la loro memoria. Per coloro che sono sopravvissuti e per le generazioni a venire, abbiamo la responsabilità di fare meglio. Mentre ricordiamo al mondo l’orrore che ha colpito le nostre coste, lanciamo un potente appello alle istituzioni di tutto il mondo: ascoltate in modo significativo le voci di territori, città e comunità. Sosteneteli nei loro sforzi di accogliere e includere tutti.

Collabora con noi per soddisfare l’urgente necessità di sviluppare capacità e affrontare questo fenomeno come una responsabilità condivisa da tutte le sfere di governo, oltre i confini. Non farlo sarebbe disumano, un tradimento della nostra comune umanità e un disprezzo per i principi che ci uniscono come comunità globale.

Al Summit SDG abbiamo appena rinnovato il nostro impegno a lavorare insieme, collaborando tra realtà locali, nazionali e internazionali, In memoria di coloro che morirono in quel tragico giorno e in onore dei sopravvissuti che continuano a cercare una vita migliore, riaffermiamo il nostro impegno a favore dei valori della dignità, della solidarietà e della mobilità umana. Insieme possiamo creare un mondo in cui nessuno sia lasciato indietro e in cui i principi della Carta di Lampedusa dell’UCLG ci guidino verso un futuro di speranza e inclusione.
0

PREVIOUS POSTSPage 1 of 6NO NEW POSTS