E-News, coesione, bandi comunitari, Master, In Evidenza, Ultime Notizie
I giornalisti locali e regionali sono invitati a candidarsti per il programma di studio #EUinMyRegion Media Trips lanciato il 21 novembre. Il bando è aperto a tutti fino al 21 dicembre 2022, ore 17.

Lo comunica il sito della DG Politica Regionale dell’Unione europea.
Il programma prevede sessioni di formazione online e una visita di studio a Bruxelles. Si imparerà a conoscere le istituzioni dell’UE, le loro strutture e procedure, la politica di coesione e come l’UE gestisce le frodi e la cattiva gestione dei fondi.
Si avrà anche l’opportunità di incontrare esperti nazionali della Commissione, visitare progetti finanziati dall’UE e imparare a utilizzare gli strumenti di dati della Commissione europea.

Il primo viaggio di studio a Bruxelles si svolgerà il 2 e 3 febbraio 2023. Altri due viaggi saranno organizzati a marzo e aprile. È prevista la partecipazione di circa 40 giornalisti a ogni viaggio di studio.

La Commissione coprirà le spese di viaggio e alloggio per la partecipazione al programma.
0

E-News, Master, In Evidenza, Ultime Notizie
Fino al 22 novembre 2022 è possibile presentare la candidatura per partecipare alla ricerca avviata dalla Commissione europea di 155 “amministratori”.Lo rende noto il sito del Dipartimento per le Politiche Europee.

Il concorso generale per titoli ed esami, indetto dall’Ufficio europeo di selezione del personale (EPSO), ha l’obiettivo di costituire elenchi di riserva dai quali la Commissione europea, principalmente, e in particolare la direzione generale dell’Energia (DG ENER), la direzione generale per l’Azione per il clima (DG CLIMA) e la direzione generale dell’Ambiente (ENV), potrà attingere per l’assunzione di funzionari in tre settori:

Settore 1 – Energia
Posti disponibili: 54
Contribuire allo sviluppo di un sistema energetico innovativo, resiliente e integrato che garantisca ai cittadini e alle imprese un approvvigionamento continuo di energia a prezzi accessibili, sicura, affidabile e pulita e crei le condizioni per l’indipendenza energetica dell’UE

Settore 2 – Clima
Posti disponibili: 49
Contribuire al contrasto ai cambiamenti climatici a livello dell’UE e internazionale

Settore 3 – Ambiente
Posti disponibili: 52
Contribuire alla realizzazione di un’economia sostenibile e circolare, in cui la biodiversità e gli ecosistemi siano protetti e ripristinati, i rischi per la salute legati all’ambiente siano ridotti al minimo e la crescita sia stata dissociata dall’uso delle risorse È possibile candidarsi a un solo settore e la scelta va fatta al momento della presentazione della candidatura.

Tra i requisiti richiesti, una formazione universitaria e una esperienza professionale specifica per ciascun settore per il quale ci si candida.

Scopri di più sul sito dell’EPSO
0

E-News, Master, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Secondo la Corte dei conti europea, gli errori nelle spese finanziate dal bilancio dell’UE sono aumentati. Benché nella relazione annuale pubblicata il 13 ottobre la Corte concluda che i conti dell’UE per l’esercizio finanziario 2021 forniscono un’immagine fedele e veritiera della situazione finanziaria e che le entrate possono essere ritenute prive di errore, vi sono ancora troppi errori nei pagamenti. La Corte individua inoltre rischi riguardanti i fondi UE messi a disposizione in risposta alla crisi da coronavirus e alla guerra di aggressione in Ucraina. Per la prima volta, la relazione contiene un giudizio di audit distinto sullo strumento temporaneo per la ripresa: il dispositivo per la ripresa e la resilienza (RRF).

La Corte rileva che il livello complessivo degli errori nelle spese finanziate dal bilancio dell’UE è aumentato nel 2021, raggiungendo il 3,0 % (nel 2020 era del 2,7 %). Circa due terzi (63,2 %) delle spese sottoposte ad audit sono state ritenute ad alto rischio, anche in questo caso un aumento rispetto al 2020 (59 %) e agli esercizi precedenti. Le norme e i criteri di ammissibilità che disciplinano questo tipo di spese sono spesso complessi, aumentando la probabilità di errori. La spesa ad alto rischio continua ad essere inficiata da errori rilevanti, per una percentuale stimata per il 2021 al 4,7 % (nel 2020 era del 4,0 %).

Giudizio di audit negativo sulla spesa a titolo del bilancio dell’UE

Come per gli ultimi due esercizi, la Corte ha concluso che il livello di errore nelle spese ad alto rischio era pervasivo, ed ha emesso un giudizio di audit negativo sulla spesa dell’UE relativa al 2021.

Il livello di errore stimato non misura la frode, l’inefficienza o gli sprechi, precisa la Corte, ma è una stima delle risorse finanziarie che non sono state utilizzate nel pieno rispetto delle norme nazionali e dell’UE. Tuttavia, nel corso del loro lavoro, gli auditor della Corte hanno individuato anche 15 casi di presunta frode (rispetto ai sei per il 2020). Tali casi sono stati segnalati all’Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF) che ha già avviato indagini per cinque di essi. Parallelamente, un caso è stato segnalato alla Procura europea (EPPO), insieme ad un altro caso che la Corte aveva individuato nel 2021.

Primo giudizio di audit sulla spesa a titolo dell’RRF

Quest’anno l’audit della Corte ha riguardato per la prima volta l’RRF, la principale componente del pacchetto “NextGenerationEU” (NGEU) da 800 miliardi di euro, varato dall’UE per attenuare le conseguenze economiche della pandemia. Mentre la spesa del bilancio UE è basata sul rimborso dei costi dichiarati e sul rispetto di determinate condizioni, i finanziamenti agli Stati membri nel quadro dell’RRF gli Stati sono erogati in base al conseguimento di traguardi e obiettivi predefiniti. Nel 2021 è stato eseguito un solo pagamento a titolo dell’RRF, destinato alla Spagna. La Corte ha riscontrato che uno dei 52 traguardi inclusi nella domanda di pagamento della Spagna non era stato pienamente raggiunto, anche se l’impatto ad esso associato non è stato ritenuto rilevante. La Corte ha però individuato alcune debolezze nella valutazione dei traguardi attuata dalla Commissione ed ha richiesto di migliorare in futuro questo tipo di valutazioni.

La Corte rileva che la valutazione della Commissione sulla legittimità e regolarità dei pagamenti nel quadro dell’RFF non prende in esame la conformità ad altre norme UE e nazionali; di conseguenza, la Corte non si pronuncia al riguardo. Tale aspetto verrà esaminato separatamente nel corso di futuri audit, quando la Commissione europea avrà ultimato il proprio lavoro a tale riguardo. Inoltre, l’efficacia delle diverse riforme previste nei traguardi sarebbe piuttosto un tema da trattare in future relazioni speciali ad hoc.​

La risposta alla pandemia e alla guerra di aggressione in Ucraina accresce i rischi per il bilancio

L’esposizione totale del bilancio dell’UE ai futuri obblighi potenziali è più che raddoppiata nel 2021, passando da 131,9 a 277,9 miliardi di euro. Tale aumento è ascrivibile principalmente all’emissione di obbligazioni per 91,0 miliardi di euro per finanziare il pacchetto NGEU e all’aumento di 50,2 miliardi di euro per l’assistenza finanziaria per aiutare gli Stati membri a proteggere l’occupazione e i lavoratori colpiti dagli effetti della pandemia.

La Corte mette in guardia anche contro i rischi che la guerra di aggressione in Ucraina comporta per il bilancio dell’UE. Alla fine del 2021, l’Ucraina aveva prestiti in essere per un valore nominale di 4,7 miliardi di euro nel quadro di molteplici programmi dell’UE. La Banca europea per gli investimenti (BEI) ha concesso all’Ucraina prestiti, coperti da garanzie dell’UE, per un valore di 2,1 miliardi di euro.

Gli impegni non ancora liquidati del bilancio dell’UE sono diminuiti nel 2021, principalmente a causa di ritardi nell’esecuzione dei fondi a gestione concorrente nell’ambito del QFP 2021‑2027: alla fine del 2021 ammontavano a 251,7 miliardi (nel 2020 erano 303,2 miliardi di euro). Tuttavia, gli impegni totali non ancora liquidati (compresi 89,9 miliardi di euro per NGEU) hanno raggiunto il livello record di 341,6 miliardi di euro.

La Corte sottolinea la persistenza di significative differenze tra Stati membri nel tasso di assorbimento dei fondi strutturali e di investimento europei (fondi SIE) per il periodo 2014‑2020. Mentre Irlanda, Finlandia e Cipro, ad esempio, hanno richiesto oltre tre quarti dei fondi loro assegnati, i tre paesi UE con i tassi di assorbimento più bassi (Croazia, Slovacchia e Malta) hanno utilizzato solo poco più della metà dei fondi loro destinati.

2021 – Sintesi dell’audit dell’UE

Relazioni annuali concernenti l’esercizio finanziario 2021​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​
0

E-News, Master, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
La Commissione europea comunica attraverso il proprio servizio stampa di aver accolto con favore il 6 ottobrel’adozione da parte del Consiglio di un ottavo pacchetto di pesanti sanzioni contro la Russia per la sua aggressione contro l’Ucraina.

Questo pacchetto – che è stato strettamente coordinato con i nostri partner internazionali – risponde alla continua escalation e alla guerra illegale della Russia contro l’Ucraina, anche annettendo illegalmente il territorio ucraino sulla base di falsi “referend”, mobilitando truppe aggiuntive ed emettendo minacce nucleari aperte.

Questo pacchetto introduce nuovi divieti di importazione dell’UE per un valore di 7 miliardi di euro per frenare le entrate della Russia, nonché restrizioni alle esportazioni, che priveranno ulteriormente il complesso militare e industriale del Cremlino di componenti e tecnologie chiave e l’economia russa di servizi e competenze europee.

Le sanzioni privano anche l’esercito russo ei suoi fornitori di ulteriori beni e attrezzature specifici necessari per condurre la sua guerra sul territorio ucraino. Il pacchetto pone anche le basi per il quadro giuridico necessario per attuare il massimale del prezzo del petrolio previsto dal G7.

Domande e risposte sulle misure restrittive (che saranno disponibili a breve)
0

E-News, diritti umani ed uguaglianza, UCLG, CEMR NEWS, Master, In Evidenza, Notizie


Uno “strumento nuovo di zecca” è stato introdotto per raggiungere l’uguaglianza di genere nelle città e nelle regioni africane ad Africities, il più grande raduno democratico panafricano organizzato a maggio da United Cities and Local Governments of Africa a Kisumu (Kenya): la Carta delle autorità locali per il genere Uguaglianza in Africa. Lo rende noto il sito di PLATFORMA.

“È stato un momento emozionante e simbolico, scrive PLATFORMA, che ha portato avanti quattro anni di intenso lavoro, consultazioni ampie e partecipative, scambi e riflessioni tra UCLG-Africa, la sua Rete di donne elette locali in Africa (REFELA), CEMR e PLATFORMA”.

“È un onore per Africities aver ospitato la cerimonia di firma della Carta per l’uguaglianza di genere. Questo è un segno che la nostra organizzazione porta con orgoglio la bandiera della considerazione di genere “, ha dichiarato Fatimetou Abdel Malick , nuovo presidente dell’UCLG-Africa.

18 articoli

La nuova Carta, indirizzata a sindaci e leader locali in tutta l’Africa, è composta da 18 articoli che trattano temi come le donne nella leadership, l’uguaglianza professionale, la lotta alla violenza contro le donne e le ragazze e il ruolo delle donne nella pianificazione e nello sviluppo locale. Attualmente è disponibile in quattro lingue: arabo, inglese, francese e portoghese.

È stata inoltre pubblicata una guida all’attuazione per supportare i firmatari della Carta degli enti locali per l’uguaglianza di genere in Africa nel trasformare il loro impegno politico in azioni concrete per migliorare la governance, rafforzare i diritti delle donne e promuovere società più eque. Fornisce risorse metodologiche e casi di studio che mettono in evidenza le pratiche di successo nell’integrazione di genere a livello locale.

La presentazione di questa Carta, che è stata creata da e per i territori locali dell’Africa, dimostra il potenziale della cooperazione globale tra comuni e città per promuovere e raggiungere un progresso sostenibile.

La Carta per l’uguaglianza africana,sottolinea PLATFORMA, “arriva a un punto critico, in un contesto in cui donne e ragazze devono ancora affrontare discriminazioni e disuguaglianze nell’accesso all’istruzione e all’assistenza sanitaria, divari di genere nel processo decisionale, nella leadership e nell’emancipazione economica e devono affrontare alti livelli di violenza e molestie. Tutti questi problemi sono peggiorati durante la pandemia di COVID-19”.

Le autorità locali sono attori chiave per rafforzare la parità di genere e mettere in pratica l’Agenda 2063 dell’Unione Africana. Sono anche fondamentali per realizzare agende globali per la parità di genere, tra cui l’Obiettivo di sviluppo sostenibile 5 sull’emancipazione femminile e la Piattaforma d’azione di Pechino delle Nazioni Unite.

UCLG-Africa e REFELA apriranno la strada per garantire l’adozione e l’attuazione diffusa della Carta degli enti locali per l’uguaglianza di genere in Africa. Attraverso campagne di sensibilizzazione e promozione, rafforzamento delle capacità e coinvolgimento di partner e sostenitori, gli ambiziosi obiettivi delineati nella Carta possono diventare realtà.

LA CARTA EUROPEA PER L’UGUAGLIANZA SUL SITO AICCRE

IL SITO DI UCLG AFRICA

Approfondisci il lancio della Carta uguaglianza in Africa su Twitter con #GenderCharter4Africa
0

E-News, cplre, climate change, Master, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Il Congresso dei Poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa ha pubblicato un nuovo opuscolo su “Come rendere la tua città un posto migliore ” per sensibilizzare i bambini sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) nell’ambito dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.
L’obiettivo è incoraggiare i bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni a essere coinvolti nell’attuazione degli SDG nelle proprie comunità. L’opuscolo viene fornito con le linee guida per gli enti locali e regionali.

Nella risoluzione adottata il 23 marzo nella 42a sessione (alla quale sta partecipando la delegazione italiana guidata dall’AICCRE), il Congresso incoraggia le autorità locali e regionali a utilizzare questo strumento di apprendimento per sensibilizzare e insegnare ai bambini gli SDG aiutandoli a comprendere, attraverso esempi specifici, come possono contribuire all’attuazione degli SDG nelle loro città.
Ciò consentirebbe loro di presentare le proprie proposte da condividere con le autorità locali o in forum creati appositamente per facilitare la partecipazione dei bambini.
Il Congresso invita inoltre le associazioni degli enti locali e regionali degli Stati membri a tradurre, diffondere e promuovere ampiamente l’Opuscolo e le Linee guida attraverso le loro reti.

APPROFONDIMENTI

Libretto: “Come rendere la tua città un posto migliore” (pdf)

Video YouTube: presentazione del progetto da parte dei bambini delle città pilota

Relazione del Congresso: “Bambini e città sostenibili: linee guida e libretto per gli enti locali e regionali”

Rapporto PACE: “Il diritto all’ascolto: la partecipazione dei bambini, una base per le società democratiche”ù
0

E-News, Master, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie


La Federazione Regionale Piemontese dell’AICCRE mette a disposizione 2 borse di studio per la partecipazione di amministratori pubblici, dirigenti, funzionari alla XI edizione del Master in Europrogettazione organizzato dall’AICCRE nazionale, che si svolgerà in modalità on line dal 14 all’18 marzo 2022 dal 14 all’18 marzo 2022.

Requisiti indispensabili per l’assegnazione delle borse di studio sono l’appartenenza dei Comuni interessati all’AICCRE e la regolarità del versamento della quota per l’anno in corso.

Per l’assegnazione delle 2 borse di studio, i Comuni e gli Enti interessati dovranno fare pervenire una manifestazione di interesse alla Federazione Regionale Piemontese AICCRE (aiccrepiemonte@gmail.com) entro e non oltre il 15 febbraio 2022, specificando Ente e nominativi dei candidati.

Ricordiaamo che, al termine del Master, il Comune potrà rivolgersi ai docenti nell’arco di un intero semestre al fine di redigere e presentare un progetto.

Contenuti e programma del Master li potete leggere nella sezione del nostro sito dedicata al Maaster .

Per informazioni specifiche sui contenuti del Master si prega di contattare gli Uffici dell’AICCRE nazionale per mail all’indirizzo master@aiccre.it, oppure per telefono al numero 06 69940461
0

E-News, cooperazione, Master, In Evidenza, Notizie, Platforma
Tra poco meno una settimama (15-30 novembre) si svolgeranno gli “European days of local solidarity” (EDLS) della rete PLATFORMA, la campagna annuale di 2 settimane gestita da città e regioni europee impegnate a informare e mobilitare i propri cittadini sui temi della solidarietà globale e dello sviluppo sostenibile.

Basato sui valori europei di democrazia, diversità e solidarietà, l’EDLS promuove la cooperazione decentralizzata e la cooperazione da città a città come strumento di successo per lo sviluppo sostenibile globale.

“Le città e le regioni di tutta Europa, scrivono gli organizzatori, agiscono per ridurre la povertà, affrontare le disuguaglianze, combattere i cambiamenti climatici e raggiungere uno sviluppo sostenibile globale in tutto il mondo. La cooperazione internazionale tra città e regioni crea un legame politico, culturale e sociale unico che rappresenta un esempio di solidarietà e rispetto. Ci connette con altre comunità nel mondo”.

Nel 2020, più di 70 città, regioni e province europee di 9 paesi europei hanno organizzato 60 eventi e attività in 2 settimane sotto l’EDLS!

GUARDA L’EDLS 2020 DELL’AICCRE


QUALI SONO I MESSAGGI CHIAVE?
-Le città e le regioni europee rafforzano la conoscenza dei cittadini sui temi dello sviluppo sostenibile globale.
-Le città e le regioni europee sostengono e promuovono iniziative di educazione allo sviluppo e cittadinanza attiva di grande impatto locale.
-Le città e le regioni europee promuovono l’impegno politico su scala nazionale, europea e globale a favore dello sviluppo sostenibile.

Organizza la tua attività EDLS tra il 15 e il 30 novembre 2021
(Co-)organizzato da una città o regione europea o da un’associazione di governi locali e regionali Un’opportunità per cittadini, eletti o funzionari locali o regionali, organizzazioni della società civile e altri attori locali di apprendere, scambiare, discutere e celebrare. Incentrato sul contributo delle città e delle regioni europee allo sviluppo sostenibile globale, con particolare attenzione alla loro cooperazione internazionale e ai partenariati città-città.
Scarica il volantino e la locandina EDLS!Oppure aggiungi il logo EDLS al tuo materiale per dare impulso alla tua iniziativa e rafforzare i suoi messaggi chiave. Verrà aggiunto anche all’ufficialitàAgenda EDLS e promosso tramite Twitter (#LocalSolidarityDays), raggiungendo un pubblico europeo più ampio!
Chiedi ai tuoi rappresentanti eletti locali o regionali di sostenere la campagna impegnandosi nei valori e nei principi dell’EDLS. Leggi e firma la Carta EDLS.

Scarica le linee guida e scopri come aderire all’EDLS 2021!

PAGINA EDLS SUL SITO DI PLATFORMA
0

PREVIOUS POSTSPage 1 of 2NO NEW POSTS