E-News, cplre, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Il presidente del Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa, Leendert Verbeek, e il presidente dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (APCE), Tiny Kox, si sono incontrati il ​​24 gennaio 2023, in occasione della sessione invernale dell’Assemblea parlamentare a Strasburgo, in Francia.

Le discussioni si sono incentrate sulle prospettive di ricostruzione dell’Ucraina, sulla necessità di un coordinamento delle iniziative e sull’importanza di avvalersi delle competenze degli uffici distaccati del Consiglio d’Europa. È stata inoltre discussa la preparazione del 4° vertice dei capi di Stato e di governo del Consiglio d’Europa che si terrà il 16 e 17 maggio 2023 a Reykjavik, in Islanda.

I due Presidenti hanno sottolineato l’importanza del coordinamento e della cooperazione politica tra le due Assemblee, che svolgono un ruolo complementare nell’architettura istituzionale del Consiglio d’Europa. Le due assemblee politiche del Consiglio d’Europa coopereranno prima del Vertice e saranno presenti a Reykjavik per rappresentare la dimensione parlamentare e territoriale del Consiglio d’Europa.

Lo stesso giorno, il presidente Verbeek ha partecipato alla cerimonia commemorativa della Giornata internazionale della memoria dell’Olocausto tenutasi davanti al Palais de l’Europe.
0

E-News, cplre, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
“La diplomazia urbana è uno strumento importante per utilizzare il potere cittadino per influenzare il corso degli eventi e rispondere alle crisi odierne”, ha affermato Vladimir Prebilic, portavoce per l’etica pubblica del Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa durante la sessione di chiusura della rete B40 delle città balcaniche Vertice di Atene il 24 gennaio 2023. Il vertice ha ospitato oltre 69 sindaci di 10 paesi e mirava a stabilire un percorso comune per la stabilità e la prosperità nei Balcani.

“Dobbiamo promuovere una governance multilivello più forte nei nostri Paesi, nel pieno rispetto dei principi della Carta europea dell’autonomia locale, ha sottolineato il portavoce del Congresso. Ha presentato il lavoro del Congresso, in particolare la risoluzione e la raccomandazione adottate nel 2008 sulle attività di diplomazia cittadina che invitano sia le autorità locali che i governi nazionali a utilizzare la diplomazia urbana a sostegno del dialogo e della risoluzione dei conflitti.

Prebilic ha accolto con favore la strategia di diplomazia urbana presentata dal sindaco di Istanbul Ekrem Imamoglu e l’appello del sindaco ai governi locali affinché si uniscano fermamente sotto la bandiera della democrazia e ha ribadito il sostegno del Congresso al sindaco Imamoglu che sta affrontando una pena detentiva e un divieto politico nella sua nazione.

Il portavoce del Congresso ha inoltre sottolineato che gli enti locali e regionali sono diventati una forza politica da non sottovalutare, in quanto attori politici a pieno titolo nello sviluppo delle loro comunità. “Le sfide che l’Europa e il mondo stanno affrontando, sempre più trasversali, richiedono soluzioni trasversali e quindi una stretta interazione tra tutti i livelli di governo”, ha aggiunto. Ha ricordato a questo proposito che il Congresso ha avviato una riflessione sui modi per adattare i principi della governance urbana in risposta alle esigenze della vita urbana nell’attuale era di trasformazioni, con una revisione in corso della sua Carta urbana europea che sarà presentata per l’adozione a la 45a sessione nell’ottobre 2023.

“Di fronte alle molteplici sfide, la società è costretta a costruire una resilienza più forte, la capacità di prevenire, resistere e adattarsi alle crisi, oltre a riprendersi rapidamente. Siamo convinti che città e regioni resilienti siano una parte essenziale della costruzione di un futuro pacifico, sicuro e coeso per il nostro mondo”, ha concluso.
0

E-News, cplre, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Il Segretario generale del Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa, Mathieu Mori, eletto lo scorso ottobre, ha avuto uno scambio con il Segretario generale del Consiglio d’Europa, Marija Pejčinović Burić.
Ha ribadito il suo impegno a difendere i valori dell’Organizzazione a livello locale e regionale, e ha ricordato i punti cardine del suo programma: sostenere la ricostruzione dell’Ucraina, rafforzare le comunità e le modalità di azione degli eletti sui tre pilastri del Consiglio di Europa, sulla base della Carta europea dell’autonomia locale, promuovendo il ruolo del Congresso nell’architettura del Consiglio d’Europa e la partecipazione dei giovani.

“Il contributo del Congresso al 4° Vertice del Consiglio d’Europa del maggio 2023 a Reykjavik offre un’opportunità unica per evidenziare il ruolo essenziale della dimensione territoriale al fine di rendere la democrazia e i diritti umani una realtà tangibile il più vicino possibile ai cittadini.” ha sottolineato.

0

E-News, cplre, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Il consumo di gas naturale nell’UE è diminuito del 20,1% nel periodo agosto-novembre 2022, rispetto al consumo medio di gas negli stessi mesi (agosto-novembre) tra il 2017 e il 2021.

Il regolamento (UE) 2022/1369 del Consiglio sul coordinamento le misure di riduzione della domanda di gas, parte del piano REPowerEU per porre fine alla dipendenza dell’UE dai combustibili fossili russi, hanno fissato un obiettivo di riduzione del 15% per il periodo agosto 2022-marzo 2023 rispetto alla media dello stesso periodo dei cinque precedenti anni.

Nel periodo agosto-novembre 2022, il consumo di gas naturale è diminuito nella maggior parte degli Stati membri. In 18 Stati membri il consumo è sceso oltre l’obiettivo del 15%, in alcuni con un ampio margine (superiore al 40%). I consumi sono diminuiti maggiormente in Finlandia (-52,7%), Lettonia (-43,2%) e Lituania (-41,6%).

Sei Stati membri, pur riducendo il proprio consumo di gas naturale, non hanno ancora raggiunto l’obiettivo del 15%. Al contrario, i consumi di gas naturale sono aumentati a Malta (+7,1%) e in Slovacchia (+2,6%).

Queste informazioni provengono dai dati energetici pubblicati il 20 dicemmbre da Eurostat (Istituto statistico dell’Unione europea) e trasmessi dagli Istituti nazionali di statistica degli Stati membri.

Osservando i dati mensili da gennaio a novembre 2022, i consumi sono stati costantemente al di sotto della media 2017-2021 dei rispettivi mesi di quegli anni. Tra gennaio e luglio 2022, il consumo di gas naturale nell’UE è variato tra 1 938 petajoule (PJ) a gennaio, un mese stagionalmente più freddo con un consumo più elevato, e 785 PJ a luglio, indicando una diminuzione mensile complessiva, anche prima dell’obiettivo del 15% la riduzione del gas è stata istituita dal regolamento (UE) 2022/1369 del Consiglio.

Questo calo è stato maggiore a maggio (-12,9% rispetto alla media di maggio del periodo 2017-2021 di 956 PJ) quando sono stati consumati 833 PJ, per poi diminuire del 7,1% a giugno (775 PJ vs 833 PJ). La riduzione è balzata al 13,9% in agosto, 14,2% in settembre, 24,2% in ottobre e 23,6% in novembre.

Agosto è stato il mese con i consumi più bassi: 708 PJ vs 823 PJ per la media 2017-2021.

Per maggiori informazioni

Regolamento (UE) 2022/1369 del Consiglio

REPowerEU: energia economica, sicura e sostenibile per l’Europa

Sezione tematica Eurostat sull’energia

Banca dati Eurostat sull’energia
0

E-News, cplre, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie


Al terzo incontro tematico della Piattaforma per il dialogo nazionale – locale in Ucraina, tenutosi online il 9 dicembre in occasione della Giornata internazionale contro la corruzione, il direttore del Congresso dei poteri Locali e Regionali del Consiglio d’Euroopa Rafael Benitez ha elogiato l’impegno delle autorità locali ucraine come “bastione per la difesa democratica valori” e ha accolto con favore l’esito del bando di buone pratiche sul governo aperto lanciato dall’Associazione delle città ucraine (AUC) con il sostegno del Congresso che ha portato a 120 candidature da parte delle autorità locali ucraine. “In un contesto di crisi straordinaria, è è stimolante vedere le autorità locali mettere sempre sistematicamente la trasparenza, la responsabilità e la partecipazione dei cittadini al centro della loro governance quotidiana”, ha aggiunto, ribadendo il sostegno del Congresso all’Ucraina.

Oleksandr Yarema, Segretario di Stato del Gabinetto dei Ministri dell’Ucraina, ha sottolineato che “il coinvolgimento della società civile e il lavoro congiunto tra autorità centrali e locali è fondamentale per difendere l’Ucraina”. Ha sottolineato l’importanza della cooperazione e del partenariato con l’UAC per migliorare i principi di governo aperto e affrontare le sfide attuali e future per una riuscita ripresa dell’Ucraina.

L’incontro ha riunito autorità locali, membri dell’UAC, rappresentanti del governo e del gabinetto dei ministri dell’Ucraina al fine di rafforzare ulteriormente il governo aperto e promuovere sinergie di governance multilivello in una situazione di emergenza e in un contesto di guerra. Sono stati inoltre proposti meccanismi collaborativi di coinvolgimento dei cittadini e in particolare dei giovani e dei gruppi vulnerabili nella co-creazione del nuovo piano d’azione per l’attuazione dell’Open Government Partnership Initiative 2023-2024.

Ai partecipanti è stato inoltre presentato il tema della democrazia deliberativa come approccio per rinnovare la partecipazione dei cittadini, che contribuisce ad aumentare la responsabilità e la trasparenza. Tale approccio sarà ulteriormente promosso tra gli enti locali e regionali in Ucraina, che hanno confermato la loro disponibilità a innovare ea creare solide alleanze locali.

Il terzo incontro della Piattaforma per il dialogo nazionale-locale sul governo aperto è stato organizzato nell’ambito del progetto “Rafforzare la governance democratica locale in Ucraina” attuato dal Congresso dei poteri locali e regionali nell’ambito degli adeguamenti prioritari del Piano d’azione del Consiglio d’Europa per Ucraina 2018‑2022ù . Il progetto mira a contribuire a rafforzare la consultazione istituzionale e il dialogo tra le autorità locali e nazionali e a costruire autorità locali inclusive e responsabili che rispondano alle esigenze e alle aspettative dei cittadini, aumentando così la loro fiducia nelle istituzioni pubbliche.
0

E-News, cplre, diritti umani ed uguaglianza, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Il portavoce per i diritti umani del Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa , Harald Bergmann, ha rilasciato la seguente dichiarazione, in occasione della Giornata dei diritti umani:

“Quest’anno celebriamo la Giornata dei diritti umani in un momento di sfide senza precedenti. Di fronte alle continue conseguenze della pandemia, alle conseguenze del cambiamento climatico, al caos causato dalla guerra in Europa e alle crisi del costo della vita e dell’energia, i cittadini si rivolgono alle loro comunità per ricevere sostegno. In un momento in cui i diritti umani sono troppo spesso minacciati e negati, in particolare ai più vulnerabili, è nostro dovere come leader locali fornire questo sostegno.

La nostra vicinanza ai cittadini è la nostra forza, in quanto ci consente di rispondere alle loro esigenze e preoccupazioni quotidiane nel modo più efficiente. Dovremmo dare l’esempio e porre i nostri cittadini ei loro diritti al centro delle nostre politiche e della loro attuazione.

In occasione della Giornata dei diritti umani, vorrei ribadire l’importanza di adottare un approccio basato sui diritti umani per la governance locale e regionale. La capacità delle nostre città e regioni di adattarsi e innovare è vitale come sempre. I nostri cittadini hanno bisogno di parità di accesso ai diritti e di un’equa distribuzione dei servizi pubblici. Hanno anche bisogno di soluzioni ambientali sostenibili al livello più vicino a loro.

Dobbiamo rispondere alle difficoltà che stiamo affrontando raddoppiando il nostro impegno per la solidarietà e l’inclusione. Ora è il momento di rafforzare la resilienza garantendo la dignità e i diritti umani di tutte le persone, in ogni situazione e a ogni livello di governo.

Sono felice di difendere i diritti umani a nome del Congresso, che ha investito un enorme sforzo nella protezione dei diritti umani e nel renderli una realtà tangibile, più vicina ai cittadini. Questo è l’obiettivo della nostra serie di manuali sui diritti umani per le autorità locali e regionali , il cui terzo volume si concentra sull’ambiente e lo sviluppo sostenibile. Abbiamo intensificato i nostri sforzi per localizzare gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e abbiamo anche avanzato l’idea di un protocollo aggiuntivo alla Carta europea dell’autonomia locale per rafforzare la capacità delle città e delle comunità di rispondere ai cambiamenti climatici.

Vorrei inoltre cogliere l’occasione per ringraziare le autorità locali e regionali che lavorano incessantemente per proteggere i diritti umani, resistere all’arretramento democratico, lottare contro le forze arbitrarie del potere, coinvolgere i cittadini, in particolare i giovani, contrastare il populismo e l’incitamento all’odio e rispondere ai problemi ambientali degrado con soluzioni innovative e sostenibili. Rendo un particolare omaggio ai nostri amici ucraini che ci ispirano difendendo i valori dei diritti umani e della democrazia mentre difendono non solo i loro diritti ma anche i diritti di tutti gli europei”.

Attività del Congresso in materia di diritti umani
0

E-News, cplre, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
“Incorporare i valori democratici fondamentali nelle comunità locali si traduce in autorità locali responsabilizzate e in un forte sistema di governance multilivello. Il Congresso è certo che la resistenza che ammiriamo oggi in Ucraina si basi su questo lavoro”, ha dichiarato il Presidente del Congresso dei Poteri Locali e Regionali del Consiglio d’Europa Leendert Verbeek in un videomessaggio al Summit Mondiale per l’Ucraina, tenutosi l’8 dicembre a Rzeszow, in Polonia.

Il Presidente del Congresso ha elogiato il “ruolo chiave degli enti locali e regionali nella sopravvivenza e resilienza dell’Ucraina” e ha ribadito l’ impegno incrollabile del Congresso per l’indipendenza, la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina e per fornire un sostegno politico continuo all’Ucraina fino alla fine della guerra e oltre.

Il presidente Verbeek ha condiviso esempi concreti di come il Congresso ha sostenuto i suoi partner ucraini a livello locale dal marzo 2022, incluso il lancio di Cities4Cities, una piattaforma volta a soddisfare le esigenze delle città e delle regioni ucraine con la capacità di offerta e la conoscenza di altre città europee e regioni, che oggi conta oltre 200 enti locali registrati.

Ha inoltre sottolineato il sostegno tempestivo del Congresso attraverso riunioni di coordinamento con sei importanti associazioni europee di autorità locali e regionali, che ora hanno tutte aderito all’Alleanza europea delle città e delle regioni per la ricostruzione dell’Ucraina, lanciata a giugno dal Comitato europeo delle Regioni dell’UE, e di cui questi incontri possono essere considerati un precursore.

Il presidente Verbeek ha inoltre presentato il progetto di cooperazione in corso con l’Ucraina, che fornisce sostegno diretto all’Associazione delle città ucraine nel coordinamento degli aiuti umanitari e degli sforzi volti direttamente a sostenere i valori democratici ea promuovere i principi di governo aperto a livello locale.
0

E-News, cplre, cooperazione, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
I presidenti del Comitato europeo delle regioni e del Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa hanno avvertito che i governi locali e regionali stanno lottando per far fronte alla serie di crisi che hanno scosso il continente dal 2020.

“Le nostre città e regioni sono sottoposte a una crescente pressione da molteplici crisi che stanno avendo un impatto significativo e duraturo sulla governance locale e regionale. La cooperazione è essenziale per aumentare la resilienza delle nostre comunità”, ha dichiarato Leendert Verbeek, presidente del Congresso, riferendosi al sfide affrontate dalle autorità locali e regionali, tra cui crisi sanitarie, ambientali, migratorie, economiche e finanziarie e conflitti armati, in particolare la guerra in Ucraina.

Il Presidente del Congresso ha sottolineato l’importanza di affrontare queste sfide in un contesto di ricentralizzazione, mancanza di mezzi finanziari e crescenti attacchi ai rappresentanti eletti locali e regionali. Ha avvertito che “questa ‘tempesta perfetta’ mina le basi di un’autentica autonomia locale e rende ancora più essenziale il lavoro del Congresso, attraverso il monitoraggio regolare della Carta europea dell’autonomia locale e la promozione dei diritti umani presso livello di base”.

Entrambi i Presidenti hanno messo in guardia sui pericoli dell’incitamento all’odio e della disinformazione e hanno considerato gli aspetti critici della democrazia locale in Europa, compresi gli sforzi per promuovere la democrazia deliberativa, con il Presidente del Comitato delle regioni che ha presentato i risultati della sua relazione annuale 2022 sullo stato delle regioni e città presentate nel suo discorso lo scorso ottobre e la Carta dei giovani e della democrazia che sarà varata questo giovedì.

Il presidente del CdR Vasco Alves Cordeiro ha sottolineato i potenziali benefici che potrebbero emergere dalla conferenza sul futuro dell’Europa, che si è conclusa nel maggio 2022 e le cui conclusioni stanno contribuendo a definire l’agenda e il funzionamento dell’UE.

Il presidente Verbeek ha illustrato i risultati del loro monitoraggio dello stato della democrazia locale e regionale e ha sottolineato la necessità di sforzi congiunti per rispondere alle crisi e difendere il ruolo e la posizione degli enti locali e regionali nei confronti dei governi nazionali e delle istituzioni europee . Harald Sonderegger, Presidente della Camera delle Regioni del Congresso, e Bernd Vöhringer, Presidente della Camera dei Poteri Locali hanno presentato il lavoro sui diritti umani a livello locale e regionaleù , e in particolare la “lettura verde” della Carta Europea delle Autonomie Locali” Governo, localizzazione degli SDGs e democrazia deliberativaù.

Le due istituzioni hanno discusso gli sforzi per sostenere le città e le regioni in Ucraina attraverso l’ Alleanza delle città e delle regioni per la ricostruzione dell’Ucraina, basandosi, ad esempio, sull’iniziativa Cities4Cities del Congresso, che è un partner istituzionale dell’Alleanza.

Maggiori informazioni
0

PREVIOUS POSTSPage 1 of 10NO NEW POSTS