E-News, coesione, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
La transizione verso un’economia più verde ed efficiente presenta sia opportunità che sfide. Sebbene prometta un futuro libero da gas serra, perdita di biodiversità e inquinamento, richiede anche uno spostamento della nostra forza lavoro.Lo afferma una nota sul sito della Commissione europea.

Sono necessarie nuove competenze per sviluppare e implementare tecnologie pulite come l’energia rinnovabile o lo stoccaggio delle batterie, insieme agli sforzi per trasformare le industrie esistenti verso la sostenibilità. La politica di coesione aiuta le regioni a trasformare le proprie imprese per renderle più competitive e redditizie, soprattutto nelle regioni che ne hanno più bisogno.

Questa storia interattiva di dati approfondisce, esplorando il panorama irregolare affrontato dalle regioni dell’UE. Confronta la quota di occupazione delle regioni dell’UE nei settori economici che sono sistematicamente più competitivi e sostenibili sulla base dell’indicatore di sostenibilità ambientale competitiva regionale.

Questa storia di dati è estratta dal 9° Rapporto sulla coesione economica, sociale e territoriale nell’Unione europea (2024).

Scopri di più sul Rapporto sulla Coesione .
0

E-News, diritti umani ed uguaglianza, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Dal 17 al 19 maggio, si è svolta a Bruxelles la terza e ultima sessione del panel europeo di cittadini sulla lotta contro l’odio nella società.

Da aprile 150 cittadini dei 27 Stati membri dell’UE selezionati in modo casuale si riuniscono per discutere delle cause profonde dell’odio e di come combatterlo e costruire ponti tra gruppi e comunità emarginati.

Le attività del panel fanno seguito alla comunicazione del 2023 dal titolo “Nessuno spazio per l’odio in un’Europa che, unita, lo ripudia”, che chiedeva la creazione di uno spazio paneuropeo per discutere le modalità con cui passare dall’odio alla fruizione dei valori comuni dell’uguaglianza, del rispetto dei diritti umani e della dignità. Le raccomandazioni finali del panel saranno presentate il 19 maggio e sosterranno le attività future della Commissione per la lotta contro l’incitamento all’odio e i reati generati dall’odio.

La “piattaforma partecipativa dei cittadini”, un forum di discussione online, è inoltre aperta ai contributi e alle informazioni del pubblico sulla lotta all’odio nella società. I contributi online confluiranno nelle raccomandazioni del panel e nelle attività future della Commissione in questo ambito. Maggiori informazioni sul panel europeo di cittadini sulla lotta all’odio nella società sono disponibili online.ù
0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Il 20 maggio entra in vigore il nuovo regolamento relativo alle spedizioni di rifiuti, che stabilisce norme più rigorose per l’esportazione di rifiuti verso paesi terzi. Il nuovo regolamento sosterrà l’economia circolare e garantirà che i rifiuti esportati dall’Unione europea siano trattati in modo sostenibile dal punto di vista ambientale. Migliorerà la tracciabilità e agevolerà le spedizioni di rifiuti destinati al riciclaggio nell’UE e nel resto del mondo.

Nell’ambito del nuovo regolamento, da maggio 2027 saranno consentite ad esempio le esportazioni di rifiuti dell’UE verso paesi non appartenenti all’OCSE solo se tali paesi informano la Commissione europea della loro disponibilità a importare rifiuti e dimostrano di essere in grado di gestirli in modo sostenibile. La Commissione monitorerà inoltre le esportazioni di rifiuti verso i paesi OCSE e prenderà provvedimenti qualora tali esportazioni causino problemi ambientali nel paese di destinazione.

Il nuovo regolamento prevede anche un’osservanza più rigorosa e una maggiore cooperazione nella lotta contro il traffico di rifiuti, uno dei reati ambientali più gravi, integrando così la nuova direttiva sulla tutela penale dell’ambiente, anche questa in vigore dal 20 maggio.

Maggiori informazioni sono disponibili online.
0