bandi comunitari, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie


Una nota sul sito del Comitato europeo delle Regioni (CdR) informa che il bando per le candidature agli EU Organic Awards 2024 è aperto fino al 12 maggio. I premi, organizzati congiuntamente dal CdR, dalla Commissione Europea, dal Comitato Economico e Sociale Europeo, COPA-COGECA e IFOAM Organics Europe, mirano a premiare diversi attori lungo la catena del valore biologico che hanno sviluppato un eccellente, progetto innovativo , sostenibile e stimolante che produce un reale valore aggiunto per la produzione e il consumo biologico.

Il sistema di premi dell’UE per il biologico comprende 7 categorie e 8 premi, con tre premi – per la migliore regione biologica, la migliore città biologica e il miglior bio-distretto – assegnati dal CdR. Sarà possibile presentare i moduli di candidatura per i premi del CdR fino al 12 maggio 2024. I vincitori saranno annunciati il ​​23 settembre 2024, Giornata dell’UE per il biologico.

Il CdR informa che contribuisce alla promozione dell’agricoltura biologica sostenibile adottando raccomandazioni legislative in un parere sul piano d’azione dell’UE per l’agricoltura biologica e unendo le forze con la Commissione europea per presentare e sostenere le migliori pratiche e i progetti innovativi sviluppati dalle comunità locali dell’UE.

Gli enti locali e regionali svolgono un ruolo chiave nello sviluppo della produzione biologica nelle loro regioni. Esistono diverse leve che possono essere utilizzate a monte, come la politica fondiaria che promuove la creazione di nuove aziende agricole e incoraggia gli agricoltori a passare all’agricoltura biologica, e a valle, creando mercati locali e garantendo che coloro che intraprendono l’agricoltura biologica abbiano uno sbocco per i loro prodotti. Gli Organic Awards per la migliore regione e città biologica li incoraggeranno a fare ancora di più per lo sviluppo di questo settore.

Il modulo di domanda online è disponibile nel distretto dei premi Organic, nella regione dei premi Organic e nella città dei premi Organic.

Per domande relative alle candidature, contattare EuorganicawardsCoR@cor.europa.eu
0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Le elezioni del Parlamento europeo del 2024 si terranno dal 6 al 9 giugno 2024. Eurostat, l’ufficio statistiche dell’UE, informa di aver chiesto agli Istituti nazionali di statistica degli Stati membri dell’UE una raccolta dati dedicata sul numero di persone aventi diritto al voto.

Le stime nazionali mostrano che, nelle date delle elezioni, il maggior numero di elettori aventi diritto è previsto in Germania (64,9 milioni di persone), Francia (49,7 milioni) e Italia (47 milioni). I numeri più bassi sono attesi a Malta (0,4 milioni), Lussemburgo (0,5 milioni) e Cipro (0,7 milioni).

Per quanto riguarda gli elettori per la prima volta (persone che hanno raggiunto l’età per votare dalle ultime elezioni europee del 2019), i numeri più alti sono attesi in Germania (5,1 milioni di persone), Francia (4 milioni) e Italia (2,8 milioni). I numeri più bassi sono previsti a Malta (20.000 persone), Cipro (37.000) ed Estonia (70.000). Le quote più alte di elettori per la prima volta sono previste in Belgio, Francia e Germania con rispettivamente il 9,7%, 8,0% e 7,9% di tutti gli aventi diritto.

Eurostat, Elezioni europee 2024

Eurostat e metadati nazionali sulla raccolta dati dedicataù
0

E-News, In Evidenza, Ultime Notizie, Notizie
Si inaugura oggi 5 aprile il panel europeo di cittadini sulla lotta contro l’odio nella società. Il panel riunirà 150 cittadini selezionati in modo casuale per esaminare le cause profonde dell’odio e come affrontarlo, con l’obiettivo di formulare raccomandazioni su come costruire ponti tra gruppi e comunità frammentati.

Il panel punterà a riflettere su possibili azioni politiche e a individuare tutti gli attori pertinenti che dovrebbero essere coinvolti a diversi livelli, compresi i responsabili politici, la società civile, il settore privato e i cittadini. Il risultato finale sarà un elenco di raccomandazioni che sosterranno in particolare i futuri lavori della Commissione europea sulla lotta contro l’incitamento all’odio e i reati generati dall’odio. Le raccomandazioni serviranno da guida per aiutare l’UE e gli Stati membri a passare dall’odio e dalla divisione alla fruizione condivisa dei valori europei sanciti dal trattato sull’Unione europea.

Questo panel europeo di cittadini fa seguito alla comunicazione dal titolo “Nessuno spazio per l’odio in un’Europa che, unita, lo ripudia”, adottata nel dicembre 2023 dalla Commissione europea e dall’Alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza Josep Borrell. La comunicazione chiede la creazione di uno spazio di dialogo paneuropeo che riunisca i cittadini di tutta l’UE.

Comunicato stampa consultabile online.

Fonte: Commissione europea
0