“Niente muri, ma politica comune e cooperazione “

Nella sessione plenaria che ha aperto ieri sera a Nicosia il Congresso del CCRE, Stefano Bonaccini,  Presidente dell’ AICCRE e della Regione Emilia-Romagna, ha incentrato il suo discorso sulla crisi dei rifugiati e la necessità di una maggiore solidarietà a livello europeo: “occorre trovare risorse, una politica comune europea e soluzioni a lungo termine: in questo senso va il ‘Migration Compact’,  il piano  presentato recentemente all’Europa dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi, che prevede una riforma e un rafforzamento della politica europea sui migranti, nel segno del dialogo e cooperazione coi Paesi terzi dove il drammatico fenomeno pianta le radici”. Non Bisogna approcciare al fenomeno solo con spirito di carità, ha precisato il Presidente: “questo migratorio è un fenomeno epocale, che necessita di interventi strutturali e di investimenti nei Paesi di origine”. Contro chi alza muri, Bonaccini ha ricordato: “evidentemente la storia non ha insegnato nulla: nel 900 i muri sono crollati addosso a chi li ha costruiti”.