L’AICCRE: una rete mondiale

Promosso da NU-Habitat (il programma delle Nazioni Unite che ha come obiettivo lo sviluppo urbano sostenibile) e dall’AICCRE, si è svolto oggi 6 ottobre a Roma, presso la sede dell’Associazione, un incontro tra il Segretario generale Carla Rey ed il sindaco del comune colombiano di Florencia  Andres Perdomo, che sta svolgendo un giro di visite in Italia per conoscere i modelli di sviluppo rurale del nostro Paese, soprattutto toscani ed emiliani. Il comune colombiano, infatti, ha il problema di far ritornare all’attività migliaia di agricoltori (il 60% della popolazione) che si erano allontanati dalla campagna per trasferirsi in città a causa del conflitto che si è concluso ufficialmente, dopo cinquanta anni,  il 25 agosto scorso con la conferma pubblica dell'accordo dai negoziatori delle due parti, il presidente Manuel Santos e il comandante dei guerriglieri del "Bloque Caribe de las FARC" Ivan Marquez. Carla Rey ha offerto la disponibilità dell’AICCRE affinché si sviluppi il dialogo diretto tra gli enti locali italiani e quelli della Colombia e, più in generale, dell’America Latina “Area in crescita che vanta in questa fase storica un grande fermento politico, economico e sociale e il cui entusiasmo non può che far bene all’Europa”. Affermazione confermata dal Sindaco Perdomo che ha parlato di una rivoluzione culturale in corso nel suo Paese: “siamo passati da una società senza speranza ad un diffuso sentimento di ottimismo per il futuro”.  Secondo la Rey, “i Sindaci di comuni europei stanno capendo l’importanza della cooperazione diretta tra enti locali, uno strumento fondamentale di crescita dei territori: si spiega così anche il successo di PLATFORMA, la Piattaforma europea degli Enti locali e regionali per la cooperazione allo sviluppo”. L’incontro di oggi è stato una sorta di antipasto di quello che accadrà tra qualche giorno (12-15 ottobre) proprio in Colombia, a Bogotà, dove si svolgerà il Congresso mondiale della CGLU (United Cities and Local Governments): l’Italia, per la prima volta,  sarà finalmente protagonista, attraverso l'AICCRE,  di importanti sessioni nelle quali si discuteranno temi fondamentali per gli enti territoriali come sostenibilità, cultura, finanze, sviluppo urbano, ambiente, etc  “Sarà soprattutto- ha precisato la dirigente dell'AICCRE-  una occasione unica per sviluppare il dialogo e la cooperazione diretta  tra i nostri enti locali e quelli di aree del mondo in rapido sviluppo”.  

(nella foto, da sinistra: Carla Rey e Andres Perdomo)