“Europa per cittadini”, CCRE chiede aumento budget

Il CCRE ha invitato i parlamentari europei a votare nella prossima sessione plenaria di marzo l'aumento del  budget del programma “Europa per i cittadini”, portandolo  a 500 milioni di euro, e cioè 1 € per ogni cittadino europeo. Il Presidente del CCRE Stefano Bonaccini (che è anche Presidente dell’AICCRE) ha sottolineato l’importanza politica del Programma, “essenziale per coinvolgere i cittadini, rafforzarne la partecipazione civica e l’impegno democratico”, soprattutto in una fase, come l’attuale,  che vede “un preoccupante aumento di populismi e nazionalismi”.  Frédéric Vallier, Segretario generale del CCRE, ha sottolineato come da molti anni il CCRE  ha chiesto alle istituzioni europee di rafforzare il Programma in modo che siano intraprese “iniziative concrete per collegare l'Europa con i suoi cittadini”. Il CCRE, oltre all’aumento del budget, ha chiesto anche che attraverso il Programma: si possa creare una piattaforma online per condividere le buone pratiche; si possa ampliare la portata del programma per dare maggiore flessibilità ai beneficiari ed allineare le priorità del programma con le politiche in materia di cittadinanza europea;  si debbano coinvolgere le associazioni di enti locali e regionali nella sensibilizzazione e nel sostegno al programma stesso.