Enti locali, enti internazionali

Proseguono, dopo la pausa estiva, gli incontri tra Carla Rey, Segretario generale dell’AICCRE, e le Federazioni regionali dell’Associazione. Dopo le riunioni con gli amministratori locali siciliani, abruzzesi ed emiliani, avvenuti tra giugno e luglio scorsi, la dirigente dell’Associazione ha incontrato il 14 settembre gli amministratori toscani, riuniti a Firenze dalla federazione regionale. Si è discusso di cooperazione decentrata, cooperazione allo sviluppo, utilizzo dei fondi europei. Temi cari all’AICCRE, ma anche alla Toscana, Regione da sempre di profilo internazionale.  Durante l’incontro Carla Rey ha tra l’altro illustrato i benefici di PLATFORMA, la piattaforma europea delle autorità locali e regionali per lo sviluppo, di cui l’AICCRE è socio, concentrandosi  sulla modalità di evoluzione dei partenariati e su valore aggiunto che apportano alle democrazie locali in via di sviluppo, alla democrazia partecipativa e  per la garanzia dei servizi di base.

Oggi, ha sottolineato la Rey, si parla molto di cooperazione territoriale internazionale, soprattutto per risolvere alla radice il fenomeno delle migrazioni, cooperando direttamente con i Paesi Terzi. Si è discusso tra l’altro di come coinvolgere maggiormente i cittadini nel dibattito sullo sviluppo, come  informarli al meglio sulla cooperazione internazionale, come incoraggiare il loro interesse e favorirne la partecipazione attiva.

 

Anche per questi motivi, la Rey ha incoraggiato gli amministratori locali presenti in sala a partecipare all’importante incontro di Bogotà che tra un mese circa riunirà rappresentanti locali provenienti da ogni parte del mondo: ”gli enti locali italiani devono essere lungimiranti, essere concretamente presenti nei dibattiti internazionali dove si decidono le politiche che coinvolgono in primis il territorio, come le migrazioni, i servizi, l’ambiente, etc”.  Il Segretario generale dell’AICCRE ha quindi sottolineato l’importanza della costruzione delle reti sul territorio che  devono coinvolgere Enti locali, soggetti pubblici e privati, ONG e metterli in rete con altri soggetti omologhi esteri pubblici e privati, con le Istituzioni nazionali, internazionali e comunitarie competenti in materia.  Il Segretario generale  ha infine sensibilizzato  gli amministratori sull’utilizzo dei fondi europei, “risorse  importanti e decisive per lo sviluppo dei territori”. Per questo, ha informato la Rey, l’AICCRE ha organizzato il primo master in europrogettazione specificatamente dedicato agli amministratori locali.  Primo appuntamento a Roma, dal 7 all’11 novembre prossimi.