E-News Europaregioni-19, Maggio 2017

europaregioni19

Mettiamo in comune un mondo migliore
È fondamentale per il nostro futuro attuare i 17 obiettivi globali dell’ONU (SDG) per porre fine alla povertà, proteggere il pianeta e promuovere pace e prosperità per tutti. È altrettanto essenziale che questi obiettivi siano attuati con successo grazie soprattutto ai governi locali e regionali. Il 29 maggio a Bruxelles CCRE e PLATFORMA promuovono una manifestazione che avrà come tema il rapporto tra gli Obiettivi dell’ONU e le azioni locali. L’evento sarà l’occasione per mettere a fuoco soluzioni che garantiscano di attuare a livello locale (localizzare) i 17 obiettivi. Tra i partecipanti, Furio Honsell, Sindaco di Udine e il portavoce del CCRE per il clima e l’energia, Emilia Sàiz, Segretario generale UCLG e Mitchell Toomey, Direttore della campagna d’azione SDG

“Europa per i cittadini”: vi diciamo come
Si svolgerà a Roma, il 31 maggio prossimo, l’Helpdesk dell’AICCRE sul Programma comunitario “Europa per i cittadini 2014-2020”. I lavori si svolgeranno presso la sede nazionale dell’Associazione, in Piazza di Trevi 86, con il seguente programma: Ore 11.00 – 13.00: presentazione del Programma Europa per i cittadini: struttura, obiettivi e priorità del programma; azioni e misure; modalità e requisiti di partecipazione; compilazione dell’eform. Ore 14.00 – 17.00: Assistenza e supporto ai potenziali candidati per le idee progettuali. È necessario confermare la presenza: progetti@aiccre.it

Quale Europa?
Se ne discute a Venezia
“Le sfide ed il futuro dell’Europa” è il tema di un incontro che si svolgerà a Venezia il 22 maggio prossimo organizzato dall’ufficio di Venezia del Consiglio d’Europa, dal Consiglio d’Europa stesso, dall’AICCRE, dalla Città di Venezia, dalla Commissione europea, dall’ufficio di Milano del Parlamento europeo, da “Europe Direct”, e da Fondaco Europa, associazione culturale veneziana. Presso il caffè Lavena di Piazza San Marco interverranno: Carla Rey, Segretario generale dell’AICCRE; Stefano Bonaccini, Presidente dell’AICCRE e del CCRE; Pier Paolo Baretta, Sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze. Introdurrà l’iniziativa Luisella Pavan-Woolfe, direttrice dell’ufficio di Venezia del Consiglio d’Europa. L’ufficio supporta la sede centrale di Strasburgo nell’organizzazione di attività che vanno dalla cultura, al patrimonio culturale, alla formazione in materia di diritti umani e di democrazia. L’incontro fa parte del ciclo “Caffè Europa” nel quadro della festa dell’Europa 2017 che dal 5 al 25 maggio sta promuovendo eventi nel cuore della città lagunare, proponendosi tra l’altro di mettere in risalto la “vocazione europea” di Venezia.

“Maggiore flessibilità per enti locali”
Il CCRE, insieme ad Eurocities e POLIS, ha inviato una lettera aperta alle Istituzioni europee nella quale si sottolinea come le città e le regioni abbiano bisogno di una maggiore flessibilità per gli investimenti pubblici a lungo termine. Le norme fiscali dell’UE, infatti, impediscono attualmente ai governi locali e regionali di realizzare gli investimenti necessari per creare una crescita reale, sostenibile, posti di lavoro e servizi. “Siamo convinti – si legge – che l’Europa debba sostenere gli investimenti dei governi locali e regionali come spina dorsale del suo futuro sociale, economico e ambientale. Gli Stati membri, la Commissione europea e il Parlamento europeo riconoscano l’urgente necessità di investimenti pubblici nelle nostre città, nelle regioni e nei comuni”. La fornitura di servizi e infrastrutture di buona qualità, secondo il CCRE, incoraggerà investimenti privati, incrementando occupazione e crescita.

Uguaglianza di genere e cooperazione decentrata: ecco la guida
Per il CCRE l’uguaglianza di genere tra uomini e donne non è ancora realizzata, sia in Europa che nel mondo. Da questa convinzione è nata una nuova guida per promuovere l’uguaglianza di genere nei progetti di cooperazione decentrata, scritta da AFCCRE (sezione francese del CCRE) nell’ambito delle sue attività con PLATFORMA. La guida è stata creata con l’obiettivo di aiutare i governi locali ad agire sulla parità di genere nei loro progetti di cooperazione decentrata. In particolare, essa vuole stimolare il circolo virtuoso indotto dall’integrazione dell’uguaglianza. Tenuto conto dell’impatto dei progetti di cooperazione allo sviluppo è infatti essenziale, per assicurarne la rilevanza e l’efficienza, che il progetto soddisfi le reali esigenze di tutte le persone interessate.

SCARICA IL FORMATO PDF della E-News Europaregioni

Rivista telematica dell’AICCRE

Piazza di Trevi 86 – 00187 Roma, tel. 06.6994.0461 – fax 06. 6793.275 – email: stampa@aiccre.it – www.aiccre.it

Tutela della privacy/garanzia di riservatezza

L’AICCRE garantisce la massima riservatezza sui dati personali ai sensi della Legge 196/2003. Si impegna a non fornirli a terzi e a provvedere alla loro cancellazione qualora l’interessato ne faccia richiesta inviando una mail a: stampa@aiccre.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *