L’AICCRE  esprime profondo dolore e sconcerto per l’assalto armato a Charlie Hebdo a Parigi che ha causato la morte di 12 persone. L’ attentato terroristico è stato programmato per colpire giornalisti e colpire la libertà d’espressione, che è uno dei valori fondamentali su cui si basa la civiltà europea. Oltretutto, sono stati colpiti giornalisti che hanno fatto posto al centro della loro attività professionale l’integrazione culturale e religiosa tra i popoli  ed il  diritto ad una informazione libera. Non bisogna cadere nella trappola tesa dai terroristi attentatori che vorrebbero radicalizzare il conflitto tra popoli e religioni. Per questo, l’AICCRE  continuerà con sempre maggior forza,  in collaborazione con le altre sezioni nazionali del CCRE e con le istituzioni nazionali ed europee,  a lottare per un'Europa di pace, integrata e democratica,  nella quale si possano esprimere  e rispettare tutte le diversità culturali, politiche e religiose. L’AICCRE, infine, aderisce alla fiaccolata di solidarietà organizzata dalla Federazione Nazionale della Stampa ((FNSI) contro «il vile atto terroristico nei confronti dei colleghi francesi di Charlie Hebdo e dei poliziotti massacrati»,  organizzata per giovedì pomeriggio a Roma in piazza Farnese.